Il Comune de L'Aquila ha bandito il concorso per la progettazione "Parco urbano di Piazza d'Armi".
Il concorso internazionale (che gode del sostegno del Consiglio nazionale degli architetti (CNA), dell'ordine degli Architetti della provincia dell'Aquila, della Federazione degli Architetti d'Abruzzo e Molise, di Confcommercio, Ance e Inarcassa), punta alla riqualificazione urbanistica ed ambientale dell’intero contesto urbano riguardante l’area di Piazza d’Armi, importante area all'ingresso della città.

L Aquila Parco urbano di Piazza d ArmiPer l'esecuzione dei lavori sono a disposizione 4 milioni di euro messi a disposizione dallo Stato e 3 milioni di euro stanziati dal Governo australiano.
Premi:
- 1° classificato Euro 20.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti esclusi;
- 2° classificato Euro 15.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti esclusi;
- 3° classificato Euro 8.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti esclusi;
- 4° classificato Euro 5.000,00, IVA e oneri previdenziali, se dovuti esclusi.

Per piazza d'Armi, acquisita dal Comune dell'Aquila in seguito alle intese con l'Agenzia del Demanio poco prima del terremoto, il Consiglio comunale aveva approvato, nel novembre 2010, un masterplan finalizzato al riassetto generale dell'area. Il bando di concorso è riportato nella sezione "Concorsi, gare e avvisi" dell'area Amministrazione del sito internet www.comune.laquila.it, mentre l'intera documentazione, consistente nel preliminare alla progettazione, nella parte grafica e fotografica, è contenuta nel sito dedicato all'iniziativa, www.parcourbanolaquila.it, sezione "bando e allegati".

Il Consiglio Nazionale degli Architetti, che ha promosso sin dall'inizio il primo grande concorso per la ricostruzione de L'Aquila, è convinto che le procedure  concorsuali consentano di ridare centralità alla progettazione, rendere trasparente il mercato e, soprattutto, permettere ai giovani professionisti di liberare le loro idee e la loro creatività; in tal senso l'auspicio è che il ricorso all'utilizzo dello strumento del concorso di architettura si  affermi nel nostro Paese anche nella consapevolezza che il territorio e l'ambiente sono dei beni non rinnovabili e le trasformazioni che vi vengono attuate non reversibili.


Scadenza della presentazione delle proposte progettuali: 10 aprile 2012.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?