La legge su #LaBuonaScuola, entrata in vigore il 16 luglio 2015 con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, compie un anno e il Ministero dell'Istruzione (Miur) ha fatto il bilancio di questi primi 12 mesi.

Fra i vari aspetti dell'applicazione della legge, il Miur evidenza che sono stati stanziati fondi aggiuntivi e predisposti nuovi strumenti e interventi per migliorare la qualità dell'edilizia scolastica.

"Nei 12 mesi di attuazione della legge - scrive il MIUR - per la prima volta abbiamo resa nota l'Anagrafe dell'edilizia scolastica dopo quasi 20 anni di attesa. Attraverso il sito 'Scuola in Chiaro', all'interno della pagina dedicata ad ogni istituto, è possibile visualizzare i principali dati riferiti allo stato dell'edificio. Sono stati poi diffusi i dati a livello Paese e a livello provinciale emersi dall'Anagrafe su cui sta proseguendo l'impegno del Miur.

Si sta infatti lavorando al nuovo progetto di Anagrafe dell'edilizia scolastica per arrivare alla costituzione del "fascicolo elettronico dell'edificio", in cui dovranno confluire tutti i dati disponibili e aggiornati su ciascuna scuola. Il Miur proporrà anche dei nuovi record dell'Anagrafe che consentiranno di monitorare l'amianto e altre voci attualmente non censite.

Grazie alla legge Buona Scuola sono partite poi le ispezioni sui solai di 7.000 istituti, con uno stanziamento di 40 milioni. Stanziate dalla Buona Scuola anche ulteriori risorse per il piano 2016 dei cosiddetti Mutui Bei, che si aggiungono ai 905 milioni già destinati agli interventi autorizzati nel 2015 e in corso. Altri 40 milioni sono stati stanziati per l'adeguamento antisismico degli edifici. Mentre con 350 milioni saranno costruite 52 scuole altamente innovative, sostenibili e a misura di studente."

Progetti e finanziamenti

Questi i finanziamenti e i progetti inerenti l'edilizia scolastica:
- scuole sicure (messa in sicurezza e messa a norma degli edifici scolastici): 400 milioni €
- indagini diagnostiche (indagini diagnostiche elementi strutturali e non strutturali) : 40 milioni €
- alluvione Sardegna (messa in sicurezza e ristrutturazione edifici scolastici danneggiati dall'alluvione Sardegna nov. 2013): 5 milioni €
- mutui BEI (utilizzo di contributi per il finanziamento degli interventi inclusi nei piani regionali di edilizia scolastica): 905 milioni €
- scuole belle (piccola manutenzione, decoro e ripristino funzionale): 130 milioni € (prima tranche 2015)
- programmazione nazionale (messa in sicurezza, manutenzione e ristrutturazione): 3,7 miliardi €
- fondi PON (efficienza energetica, sicurezza, attrattività, impianti sportivi per le scuole di Campania, Calabria, Puglia, Sicilia): 240 milioni €
- scuole nuove(nuove costruzioni e ristrutturazioni complete): sblocco del Patto di Stabilità 122 milioni € 2014 - 122 milioni € 2015

Di recente #italiasicura ha pubblicato sul proprio sito le FAQ su cosa si fa per l'#ediliziascolastica e la salute delle #scuole.
Fonte: Miur

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?