L'Agenzia delle Entrate ha emesso il provvedimento del 23 febbraio 2015 (che contiene l'elenco completo dei 70 studi di settore da revisionare e applicabili a partire dal periodo d’imposta 2015) per rispondere all’esigenza di mantenerne intatta la capacità di rappresentazione della realtà economica di riferimento.

Con il provvedimento sono stati individuati gli studi di settore ed i relativi codici di attività che saranno revisionati dopo l'approvazione (e relativo decreto) del Ministero dell'Economia e Finanze.

Il programma di revisione risponde all’intento di mantenere nel medio periodo la capacità degli studi di rappresentare la realtà economica cui si riferiscono, così come previsto dalla Legge 146/1998 che ha sancito quando questi strumenti siano rivisti (al massimo ogni tre anni).

Tra gli studi di settore da rivedere figurano: la produzione di materiali edili, i servizi professionali, le costruzioni, le attività tecniche svolte da geometri, le attività degli studi di architettura e di ingegneria.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?