Nel contesto estremamente dinamico che caratterizza l’India dell’ultimo decennio, Progetto CMR (società specializzata nella progettazione integrata) ha preso parte attiva alla Quarta Missione Economica Italiana in India che, dal 31 ottobre al 3 novembre, ha portato le aziende italiane ad un contatto diretto con la realtà industriale locale, in previsione di nuove partnership internazionali.

Italia India la citta sostenibile LEGEMAll’interno del congresso dedicato alle infrastrutture, è stato presentato il progetto denominato LEGEM che indica la proposta italiana per una città sostenibile e realizzabile.
Il termine LEGEM (accusativo della parola latina Lex) evoca l’idea di legge e di regole, in contrapposizione netta con l’idea di deregulation e si adatta a indicare la via per lo sviluppo sostenibile delle città indiane del XXI secolo.
Il termine Regola non indica soltanto vincoli ma anche opportunità per migliorare la qualità della pianificazione, delle tecnologie costruttive, dei materiali e dei sistemi infrastrutturali.

Massimo Roj, Amministratore Delegato di Progetto CMR, ha inquadrato il proprio intervento al convegno sugli strumenti progettuali necessari per pensare ad un futuro in chiave sostenibile, e per rendere possibili gli obiettivi proposti da Legem.

LEGEM, infatti, è l’idea italiana per una città sostenibile e realizzabile attraverso una collaborazione italo-indiana, fondata sulle eccellenze del sistema Italia nei settori dell’architettura e delle costruzioni.
Lo stesso nome del progetto racchiude in sé l’acronimo delle parole chiave che caratterizzano il modello di città sostenibile: Living space (di un nuovo concetto dell’abitare), Energy (città con più energie rinnovabili), Governance (istituzioni a servizio del cittadino), Environment (nuclei urbani con ampi e adeguati ambienti naturali), Mobility (circolazione favorita di idee e non solo di persone).

LEGEM è quindi una rappresentazione di un esempio di nucleo urbano sostenibile che si sviluppa attraverso l’analisi del modo di pianificare delle componenti, delle funzioni, delle interrelazioni e dei sistemi di supporto che ne assicurano un efficace funzionamento.
Lo scopo è quello di creare una sinergia tra le possibilità di sviluppo indiane e le eccellenze italiane in ambito progettuale urbano, in modo da integrarle per realizzare una proposta concreta di partnership.
Focus della riflessione dell’Arch. Roj sono stati l’evoluzione del sistema-città e i criteri fondamentali che caratterizzano la progettazione e lo sviluppo urbano sostenibile.

La Missione di Sistema ha rappresentato dunque un punto di arrivo e, al tempo stesso, un punto di partenza nel rafforzamento delle relazioni economiche bilaterali.
L’India, oggi paese con il secondo tasso di crescita al mondo, ha gradualmente conquistato un ruolo di potenza mondiale e di interlocutore politico, grazie soprattutto al suo crescente peso economico, al punto che il Governo indiano stima una crescita media complessiva superiore all’8% del prodotto interno lordo per il 2012.

In questo nuovo panorama emerge la possibilità concreta di generare significative opportunità di collaborazione tra imprese italiane ed imprese indiane, guidate dalla consapevolezza delle affinità e complementarietà che esistono tra i sistemi industriali dei due paesi.
L’augurio è che il 2012 rappresenti già una svolta nelle relazioni tra India e Italia, e una nuova energia per l’economia del nostro paese.

L.M.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?