Il nuovo pannello per cappotto.

Con superficie zigrinata per aumentare la tenuta del collante e del rasante.

Gli utilizzi dei pannelli ISOFORM® devono essere valutati dai progettisti in rispetto alle prestazioni tecniche delle diverse Euroclassi e dagli obiettivi di isolamento termico, oltre che in funzione delle condizioni termoigrometriche del supporto.

Nello specifico i pannelli ISOFORM® vengono impiegati per:

Spessore mm
Lastre/Pacco m2/Pacco (mm 1200x600)
10 50 36,00
20 25 18,00
30 16 11,55


Isolamento Termico

Isolamento termicoL'EPS ha una conduttività termica ridotta grazie alla sua struttura cellulare chiusa, formata per il 98% di aria. Questa caratteristica gli conferisce un'ottima efficacia come isolante termico. La norma UNI EN 13163 prescrive i valori massimi della conduttività dell'EPS, misurata su campioni opportunatamente condizionati, alla temperatura media di 10°C oppure 20°C. Le proprietà termiche rimangono inalterate nel tempo.

Sicurezza Ambientale

Sicurezza AmbientaleL'EPS è privo di valori nutritivi in grado di sostenere la crescita dei funghi, batteri o altri microrganismi quindi non marcisce o ammuffisce. L'EPS non costituisce nutrimento per alcun essere vivente. Ciò lo rende ideale come contenitore per alimenti, settore nel quale è ampiamente utilizzato. L'EPS inoltre è atossico, inerte, non contiene clorofluorocarburi (CFC) né idroclorofluorocarburi (HCFC).

Per sua stabilità chimica e biologica l'EPS non costituisce un pericolo per l'igiene ambientale e per le falde acquifere. L'EPS in opera nella coibentazione edilizia non presenta alcun fattore di pericolo per la salute in quanto non rilascia gas tossici. Anche il maneggio e le eventuali lavorazioni meccaniche sono assolutamente innocui e in particolare non vi è pericolo di inalazione di particelle o di manifestazioni allergiche.

Resistenza all'Umidità

Resistenza all'UmiditàL'EPS è permeabile al vapore acqueo, quindi è traspirante, ma è impermeabile all'acqua. La permeabilità al vapore acqueo fa si che all'interno di edifici e ambienti isolati con EPS non si formino muffe. Un dato importante è quello della resistenza alla diffusione del vapore acqueo espresso come rapporto (dimensionale) fra lo spessore d'aria che offre la stessa resistenza al passaggio del vapore e lo spessore di materiale in questione. Il comportamento dell'EPS a fronte dell'acqua non da adito a limitazioni.

L'acqua non scioglie l'EPS né attraversa le pareti delle celle chiuse. L'assorbimento per immersione, una situazione che non si verifica in pratica, ammonta al massimo al 5% in volume. Più interessante per l’'mpiego è l'assorbimento per capillarità, che è praticamente nullo, è soprattutto l'assorbimento dell'aria umida. Un EPS a contatto con l'aria con 95% di U.R. per 90 giorni, ha mostrato un assorbimento dello 0,7+ % in peso.

Comportamento al Fuoco - Certificata IIP UNI
  • Comportamento al fuocoNell'EPS a migliorato comportamento al fuoco (EPS/RF), ottenuto con opportuni additivi, la propagazione cessa al venir meno della causa di innesco;
  • Il contributo dell'EPS in termini di bilancio energetico di un incendio, è modesto, in relazione alla sua bassa massa volumica: 1 dm cubo di EPS da 15 kg/m cubi ha un potere calorifico di 590 j contro 9200 j dello stesso volume di legno di abete;
  • La combustione dell'EPS non produce diossina che quindi non si ritrova nei fumi prodotti durante un incendio.
CertificazioniCertificazione energetica degli edifici

Dall'inizio del 2006 è in vigore la direttiva UE sulle prestazioni energetiche degli edifici. Con l'utlizzo di Isoform nello spessore adeguato sarà possibile costruire o ristrutturare la casa in classe A. Il provvedimento estende l'obbligo della certificazione energetica anche ai vecchi edifici, seppure attraverso un percorso graduale. Gli immobili che dovranno calcolare il proprio rendimento energetico non saranno più solo quelli di nuova costruzione.

Dal 1° luglio 2007 il certificato che attesti la capacità di risparmio energetico diventa obbligatorio anche per gli edifici esistenti o in fase di costruzione alla data di entrata in vigore del d.lgs 192/2005.

Sempre dal 1° luglio 2007 diventa obbligatorio il "bollino verde" anche per gli edifici superiori ai 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell'intero immobile.

Dal 1° luglio 2008 l'obbligo viene esteso anche agli immobili di superficie inferiore ai 1000 metri quadrati.

Dal 1° luglio 2009 l'attestato di efficienza energetica non potrà mancare anche nelle compravendite di singoli appartamenti.

Vengono anticipati al 1° gennaio 2008 i livelli di isolamento termico previsti per il 1° gennaio 2009. L'introduzione di un nuovo modello di isolamento consentirà di ridurre entro 3 anni i fabbisogni termici dei nuovi edifici di una percentuale superiore al 50% rispetto ai valori obbligatori fino al 2005.

Scheda Tecnica (632KB)

Listino Isoform (468KB)

La nuova Norma Europea En 13163 (185KB)

 
Contenuto promozionale. La correttezza dei dati è di responsabilità esclusiva dell'inserzionista.
RICHIEDI INFORMAZIONI
Contatta l'azienda per richiedere

È vietato inviare messaggi pubblicitari

Dati personali
Dati di contatto

* campi obbligatori

DATI DELL'AZIENDA

Cabox

via Castellana Vecchia 6
31055 Quinto di Treviso (TV)
Italia

Tel: 0422470150
Fax: 0422470248
www.cabox.com

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?