272 milioni per rilanciare le imprese liguri e far ripartire la Liguria. Il pacchetto di misure che formano il Growth Act, il provvedimento per la crescita economica della regione, sarà condiviso con tutti i soggetti sociali ed economici.
Tra le misure previste: la riduzione dell'Irap, l'istituzione di un Fondo strategico regionale, supporto alle imprese, semplificazione e riduzione dei procedimenti amministrativi.

Il Growth Act, provvedimento per la crescita, “È una legge quadro - ha spiegato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Edoardo Rixi che ha coordinato la stesura del provvedimento tra i vari assessorati - che andrà declinata in singoli provvedimenti specifici”. Il Growth Act è frutto di “Un lavoro collegiale - ha aggiunto Rixi - che ha portato a un progetto unitario fondato su un’idea comune di sviluppo per la nostra regione, per attrarre nuovi investimenti, dialogando con tutto il territorio: dall’impresa all’operaio”.


Attrazione degli investimenti
Supporto alle imprese attraverso esenzione totale irap fino a cinque anni, sostegni economici alle imprese, stipula accordi di localizzazione per insediamenti di imprese produttive, turistiche e del terziario.

Fondo strategico regionale
Dotazione stimata di 60 milioni di euro per un nuovo Fondo strategico regionale, che operi con meccanismi di mercato e possa raccogliere fondi in maniera diretta. Sarà alimentato con risorse regionali, nazionali e comunitarie, ma anche con i proventi delle dismissioni immobiliari della Regione e delle sue partecipate.

Patrimonio edilizio: incentivazione e semplificazione per il recupero

Misure per incentivare il recupero, riqualificare il patrimonio edilizio esistente pubblico e privato, valorizzare il patrimonio pubblico, migliorare l’efficienza energetica degli immobili residenziali pubblici e privati attraverso contributi a fondo perduto, produrre energia da fonti rinnovabili.

Agricoltura e aree interne
Misure a favore del sistema delle imprese e dei territori del comparto agricolo forestale e della pesca per facilitare l’adeguamento delle aziende agricole alle nuove esigenze produttive e del mercato e incentivare i giovani agricoltori.
Valorizzare l'entroterra finanziando le associazioni di piccoli comuni, lo sviluppo di reti telematiche e i piccoli insediamenti commerciali e artigiani.

Formazione e Lavoro
Per il rilancio dell'occupazione in Liguria è necessaria una programmazione formativa capace di cogliere le reali esigenze delle imprese. Tra gli strumenti individuati ci sono: tavoli di confronto, semplificazione delle procedure di rendicontazione dei corsi di formazione professionale, premialità per le aziende che attuano l’alternanza scuola lavoro nell'affidamento di appalti, apertura ai privati nell'erogazione dei servizi al lavoro.

Ricerca e formazione universitaria
L’eccellenza, il merito, l’innovazione scientifica e tecnologica e i metodi di didattica nei settori scientifici tornano obiettivi prioritari attraverso: la revisione dei criteri di collaborazione con l’Università, enti e centri di ricerca, il potenziamento delle attività dell’Istituto Italiano di Tecnologie anche per rafforzarne le collaborazioni con aziende private e pubbliche.
Fonte: Regione Liguria

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?