Pochi giorni fa si è appreso della morte di Henning Larsen, morto nel sonno nella sua casa di Copenhagen all'età di 87 anni.

Henning Larsen, The Royal Danish Opera, Copenhagen

Nato a Opsund in Danimarca, Henning Larsen si laureava in Architettura a Londra nel 1951 e nel 1952 cominciava l'attività lavorativa presso lo studio d'architettura di Arne Jacobsen.
Larsen ha fondato il suo atelier di Copenhagen nel 1959, diventando uno dei più prolifici architetti moderni della Danimarca, attivo per più di 50 anni.

Dal 1968 al 1995 Larsen è stato professore di architettura presso l'Accademia Reale Danese di Belle Arti di Copenaghen, molto celebrato nel suo paese d'origine ed elogiato dalla critica per la qualità della luce e ombra nei suoi edifici.

Henning Larsen ha ricevuto una serie di premi e riconoscimenti: nel 2012 è diventato il primo destinatario danese del premio artistico 'Praemium Imperiale'.

I suoi progetti più recenti includono l'Harpa Concert Hall and Conference Centre a Reykjavik, in Islanda, (inaugurato nel mese di agosto 2011), che ha vinto uno dei più prestigiosi premi di architettura di tutto il mondo, il Premio dell'Unione europea per l'architettura contemporanea, il prestigioso premio Mies van der Rohe 2013.

Henning Larsen, Harpa Concert and Conference Centre

L'Harpa Concert, progettato dallo studio Henning Larsen Architects in collaborazione con Batteriio Architects e Studio Olafur Eliasson, ha vinto il Mies van der Rohe Award 2013 con ampio giudizio favorevole della giuria internazionale.

Wiel Arets, presidente della giuria, ha dichiarato: "Harpa ha catturato il mito di una nazione - Islanda - che ha consapevolmente agito in favore di una costruzione ibrida-culturale durante la metà della Grande Recessione in corso".

Luce e trasparenza sono elementi chiave per l'edificio: a seconda del tempo e l'ora del giorno, il gioco di riflessi e la trasparenza delle facciate rende esplicita l'influenza della luce naturale sulla nostra percezione della costruzione.

Come un maestro degli effetti della luce in architettura, Larsen è stato una fonte di ispirazione per gli architetti moderni, e il suo apprezzamento per l'espressione di base dell'architettura come entità scultorea, luce unificante, e giochi di ombre, ha creato una rara combinazione di variazioni spaziali ed espressioni astratte per le persone che vivono e lavorano nei suoi edifici.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?