A Genova, dopo l’apertura (sabato scorso) del cantiere per la demolizione del vecchio Ponte Morandi, il Commissario Marco Bucci ha comunicato la notizia ufficiale in merito al nuovo viadotto autostradale che sarà costruito - in base al disegno dell’architetto Renzo Piano - da Salini Impregilo e Fincantieri.

Il raggruppamento si fonderà nella società di scopo “Per Genova”, con quote paritarie al 50%, e avvierà la costruzione dal prossimo primo febbraio.
Il Ponte Morandi, crollato il 14 agosto scorso sotto la gestione di “Autostrade per l’Italia”, provocando la morte di 43 persone, sarà sostituito da un viadotto con impalcato poggiante su piloni esili.

Il nuovo ponte sul Polcevera ricorderà un pò, nella forma, lo scafo di una imbarcazione: sarà a sei corsie e passaggio pedonale, avrà 43 torri faro lungo la sede stradale, in ricordo delle 43 vittime.

Il ponte «sarà costituito da un impalcato in acciaio, con una travata continua di lunghezza totale pari a 1100 metri, costituita da 20 campate. Il progetto - spiegano Salini Impregilo e Fincantieri - prevede 19 pile in cemento armato di sezione ellittica posizionate con un passo costante di 50 metri, ad eccezione della campata sul torrente Polcevera e di quella sulle linee ferroviarie, dove l’interasse passa da 50 a 100 metri», una soluzione che consente di limitare le dimensioni delle strutture e delle fondazioni.

Il commissario per la ricostruzione Marco Bucci durante la conferenza stampa ha dichiarato: «Abbiamo chiesto a Renzo Piano di partecipare a tutto il progetto come supervisore tecnico. Si affiancherà al team per garantire la massima qualità».

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?