Dall’intervento di Raffaele Cantone, presidente dell’autorità anticorruzione (Anac), in visita all’istituto G. Minzoni di Giugliano per il convegno-forum indetto dall’Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli, si evince la sua forte positiva convinzione che in Italia si potrà cambiare 'registro'.

In merito alla riforma del Codice degli Appalti Cantone ha dichiarato: "Sarà una grande occasione per tutti. Ormai in Italia siamo ad un nuovo codice degli appalti ogni dieci anni, speriamo che questa sia davvero la volta buona, di riuscire a far fare un codice che consenta il rispetto della legalità e di fare i lavori".

"Tra le tante paventate, è questa la vera svolta - ha continuato il presidente dell'ANAC - Non sarà un regolamento in senso stretto, ma racchiuderà quelle linee guida necessarie ad assicurare legalità e trasparenza. Questo Paese, ed il nostro meridione in particolare, hanno bisogno di un serio lavoro sulle infrastrutture. Dobbiamo uscire dalla logica del prezzo più basso perché attraverso questa mentalità siamo arrivati spesso a clamorosi caso di corruzione. Il nuovo codice dovrà garantire qualità ed evitare che gli imprenditori possano in qualche modo intavolare “contrattazioni” con le pubbliche amministrazioni. Altra novità di rilievo è che le stazioni appaltanti dovranno essere qualificate. Facciamo attenzione anche al project financing perché anche lì possono nascondersi situazioni poco chiare: quel tipo di operazione non va presa a cuor leggero ma programmata con una logica seria”.

"L’importante – ha detto Cantone – è che il codice sia il più semplice possibile: testi iperdettagliati come quello del 2006 hanno dato risultati pessimi, non hanno consentito di fare le opere pubbliche e non hanno allontanato la corruzione."

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?