Il ministro dell'ambiente, Corrado Clini, in merito alla mancanza di un chiaro Piano Energetico nazionale aveva da subito dichiarato che un nuovo piano energetico nazionale "punterà soprattutto su un fotovoltaico dedicato al settore industriale ed edilizio".
E le sue affermazioni erano ancora più forti: "Basta utilizzare i terreni agricoli per gli impianti fotovoltaici, nei campi bisogna coltivare i pomodori".

Il ministro Corrado Clini e il fotovoltaicoE infatti il Consiglio dei Ministri di venerdì scorso ha approvato, all'interno del pacchetto delle liberalizzazioni, una norma che abolisce gli incentivi per le installazioni dei pannelli fotovoltaici sui terreni agricoli.
L'obiettivo di tale misura dovrebbe essere quello di incentivare le coltivazioni agricole piuttosto che la speculazione degli impianti fotovoltaici a terra. E questo perché molti terreni coltivabili, in questi anni, sono stati ridestinati alla produzione di energia solare alternativa non allo scopo di soddisfare il fabbisogno in loco ma soltanto per sfruttare gli incentivi governativi.

Contemporaneamente, inoltre, il decreto "liberalizzazioni" agevola l'installazione del fotovoltaico a copertura delle serre, consentendo di accedere agli stessi incentivi previsti per quelli a copertura degli edifici. Queste misure sono un passo in avanti del Governo Monti verso la  direzione della riduzione dei contributi alle fonti rinnovabili con l’obiettivo di arrivare rapidamente alla cosiddetta “grid-parity” e quindi all’indipendenza del settore dagli incentivi pubblici.

Incentivare l'agricoltura ed eliminare l'occupazione dei terreni destinati alle colture da parte del fotovoltaico. Questa è quindi una delle aspirazioni del Ministro dell'Ambiente Corrado Clini: incentivare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili come il fotovoltaico, ma senza danneggiare la produttività agricola. Speriamo bene.

Eleonora Tamari
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?