Il 24 marzo 1997 entrava in vigore il Decreto Legislativo 494/96, ovvero il Decreto riguardante le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili.
Essa, tra gli altri aspetti legati ai cantieri, introduceva la figura del Coordinatore per la sicurezza in fase progettuale ed esecutiva: un nuovo soggetto che si trovò catapultato in un mondo che aveva sempre fatto senza di lui e che con una certa difficoltà lo accettò.
Infatti, da molti committenti il Coordinatore è stato considerato a lungo solo un mero costo aggiuntivo, mentre per la maggioranza delle imprese ha rappresentato una spina nel fianco.

Con gli anni però la figura del coordinatore è emersa nella sua validità e, anche grazie alle competenze acquisite e maturate nel tempo, il suo ruolo è diventato un punto di riferimento per molti cantieri di tutte le dimensioni.

Dal 1997 molto è cambiato e non solo a livello di normativa e giurisprudenza ma anche in termini di consapevolezza ed esperienza, ed ecco allora che a distanza di vent’anni si vuole analizzare il ruolo del coordinatore visto da dentro, ovvero dai coordinatori stessi, raccogliendo le loro esperienze (positive o negative), le loro necessità e difficoltà, le loro richieste.

AiFOS (l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro) propone un questionario (da rispondere entro martedì 28 febbraio), realizzato con il supporto tecnico del Referente del gruppo di lavoro AiFOS Costruzioni, geom. Stefano Farina, i cui risultati saranno presentati in occasione del convegno "Sicurezza in cantiere: da Brunelleschi al coordinatore" che si svolgerà a Firenze il 24 marzo.

Il percorso di studio e approfondimento partirà dall’analisi effettuata in occasione del Rapporto AiFOS 2013 dal titolo Il Coordinatore di cantiere e la Sicurezza sul Lavoro per poi approfondire alcuni degli aspetti peculiari di un ruolo importante all’interno del sistema-cantiere.

L’invito a compilare e diffondere il questionario è esteso a tutti i coordinatori per la sicurezza, con la speranza che ciò possa essere di aiuto a raccogliere/condividere le esperienze per una crescita comune nell’ottica della sicurezza cantieri.

Per informazioni e iscrizioni al convegno: AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?