Il "Mumbai City Museum Nord Ala Design Competition", lanciato nel dicembre 2013, ha invitato gli architetti di tutto il mondo a proporre un progetto per l'ampliamento di una delle principali istituzioni culturali dell'India.

La giuria all'unanimità, nei primi tre giorni di dicembre 2014, ha scelto come vincitore Steven Holl Architects.

Il Museo, noto anche come il dottor Bhau Daji Lad Museum, è inserito nel processo di creazione di una nuova identità dinamica e diventa un centro culturale a Mumbai.

Il progetto vincitore è stato qualificato per le sue qualità scultoree e il suo impegno per la sostenibilità. Si propone come un volume semplice, ma animato da tagli profondi, creando forti effetti di luce e ombra.

La nuova Ala Nord del Mumbai City Museum -infatti- è prevista come una sottrazione scolpita di volumi da una geometria semplice: un blocco edilizio in cemento bianco.
I tagli scolpiti nella struttura in cemento apportano fasci di luce naturale nelle gallerie superiori.
Il taglio centrale, invece, porta a un bacino d'acqua che si trasforma in un piscina centrale ombreggiata. Oltre al raffreddamento evaporativo, la piscina offre il sessanta per cento dell'elettricità del museo attraverso le celle fotovoltaiche che si trovano sotto la superficie dell'acqua.

Questa è la prima volta che un concorso internazionale di architettura è stato tenuto per un edificio pubblico in Mumbai. La costruzione dovrebbe iniziare nel 2015 per essere terminata entro il 2018.

Maria Renova

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?