Dopo circa tre mesi in Commissione Affari Costituzionali il Disegno di Legge sulle Province riceve ieri sera la fiducia al Senato, con 160 voti favorevoli e 133 negativi. Il testo ora passa alla Camera per l’ultima lettura e si spera che lì non ci siano di nuovo discussioni e critiche, visto che il ddl scadrebbe il 7 aprile prossimo.

Dopo l'approvazione del maxiemendamento presentato dal governo, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio ha così espresso la sua soddisfazione: "Un grande passo per un paese più semplice e capace di dare risposte alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese. Un passo che offre più opportunità con le Città metropolitane e che aiuterà i Comuni a lavorare meglio insieme. Non più sovrapposizioni di funzioni tra enti. Una riforma che l’Italia attende da trent’anni per quanto riguarda le Città metropolitane e che produce il superamento definitivo delle elezioni per le Province, oltre all’abolizione degli enti secondari di carattere provinciale".

Con l'approvazione definitiva della Camera la riforma porterà in sintesi a queste novità:
- non si andrà a votare per i Consigli provinciali in scadenza;
- alcune province diventeranno enti di secondo livello, non avranno più consiglieri eletti direttamente e avranno alla loro guida i sindaci;
- le dieci "Città metropolitane" (Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli) non saranno sovrapponibili alle vecchie province che sostituiranno;
- alcune delle funzioni delle Province saranno trasferite a Comuni e Regioni;
- non ci saranno più funzioni duplicate rendendo la pubblica amministrazione più efficiente e più semplice.

Ma il M5S continua ad essere totalmente conrario perchè ritiene che si tratti di di una "finta abolizione delle province".

Mara Zenoli

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?