Il Consiglio dei Ministri punta alla crescitaIl decreto Sviluppo è stato approvato in Consiglio dei ministri. Il testo avrebbe ricevuto il consenso dei ministri con la formula "salvo intese", utilizzata quando il provvedimento è suscettibile di possibili modifiche. Dopo settimane di rinvii e di confronti il provvedimento d'urgenza, coordinato dal ministro Corrado Passera, ha quindi ricevuto il via libera. Il pacchetto crescita sarà contenuto in un decreto che accorperà alcune misure a sostegno dello sviluppo e delle infrastrutture.

"Attraverso il decreto - ha anticipato il ministro Passera - proporrò una prima riforma degli interventi da prendere in caso di reindustrializzazione. Gli accordi di programma saranno resi più flessibili e articolati". Tra le misure l’esenzione Imu ai costruttori per le case invendute, ma anche i project bond per sostenere la costruzione di nuove opere pubbliche. Sempre nel settore dell’edilizia, potrebbe salire dal 36 al 50% con un tetto di spesa di 96 mila euro il bonus per le ristrutturazioni. L'ultima bozza del decreto è più corposa: in tutto 61 articoli in 70 pagine. Una versione precedente, circolata il 12 giugno, era lunga 47 pagine ed era composta solo da 37 articoli.
Allo studio il piano di dismissione dei beni pubblici
"Non c'è mai stato dubbio sul dl - ha ribadito Passera - ora si tratta solo di ottimizzare le coperture. Certe cose si possono fare subito, altre con la spending review e le dismissioni". La dismissione dei beni pubblici annunciata giovedì dal premier è infatti "una delle tre leve di sviluppo", insieme al taglio della spesa pubblica e lotta all'evasione. Ecco alcune misure previste nel decreto.
La copertura finanziaria
Le risorse potrebbero essere trovate con l’addizionale dello 0,2% sulle polizze vita. Un credito d’imposta del 35% dovrebbe agevolare le imprese che assumono nuovi ricercatori. Un capitolo dedicato alla giustizia dovrebbe fissare la durata dei processi in sei anni (3 anni primo grado, 2 per l’appello e 1 per la Cassazione). Le aziende colpite dalla crisi, ma che hanno prospettive di ripresa, non saranno obbligate a dichiarare il fallimento ma potranno ricorrere direttamente al concordato preventivo. Ecco alcune misure previste nel decreto.
Bonus ristrutturazioni
Le detrazioni Irpef per la ristrutturazione salgono dal 36 al 50%, fino ad un ammontare complessivo delle spese non superiore ai 96.000 euro.
Addio a 43 incentivi, arriva il fondo crescita

Il dl cancella 43 sussidi considerati ormai obsoleti per far convogliare tutte le risorse in un unico fondo destinato a creare "crescita sostenibile" e "occupazione di qualità".
Bonus per assunzioni di alto profilo
Per favorire le assunzioni di giovani laureati altamente qualificati - ingegneri, biologi, fisici, matematici, farmacisti ecc - il provvedimento introduce un credito di imposta del 35%.
Mini-bond per Pmi
Per consentire l'accesso delle Pmi al mercato del debito saranno introdotte cambiali finanziarie e obbligazioni per le società non quotate di piccole e medie dimensioni.
A Palazzo Chigi ok finale infrastrutture energia
La decisione definitiva sulla realizzazione di infrastrutture energetiche già approvate con la procedura Via, ma sulle quali le amministrazioni regionali mostrano "inerzia", spetterà alla Presidenza del Consiglio. L'obiettivo è sbloccare gli investimenti privati che ammontano potenzialmente a 10 mld.
No Imu 3 anni per imprese edili, vale 35 milioni
Arriva l'esclusione dall'Imu, per un periodo non superiore a tre anni dall'ultimazione dei lavori, degli immobili delle imprese, il cosiddetto magazzino, fabbricati costruiti e destinati alla vendita. La bozza prevede di svincolare così 35 milioni di euro.
Possibile deroga 7 miglia per la ricerca idrocarburi
Il limite delle 12 miglia dal perimetro delle aree marine e costiere protette viene confermato, ma le bozze circolate prevedono che il limite possa essere "ridotto, sino a non meno di 7 miglia, per le attività individuate d'intesa fra i ministri di Sviluppo economico e Ambiente".
Rinvio Sistri a dicembre 2013
L'entrata in vigore del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti viene prorogata al 31 dicembre 2013 per consentire la prosecuzione delle verifiche del funzionamento del sistema.
Processi, massimo 6 anni
Per essere di "ragionevole durata" un processo deve concludersi con la sentenza definitiva entro sei anni: non più di tre anni per il primo grado, due per l'appello e uno per il giudizio in Cassazione.
Chapter 11 antifallimento
Il pacchetto messo a punto dal ministero della Giustizia e da inserire nel decreto prevede che le aziende colpite dalla crisi, ma che hanno prospettive di ripresa, non siano obbligate a dichiarare il fallimento ma possano ricorrere direttamente al concordato preventivo.
Fondo per alimentari ai poveri
Il dl istituisce un "fondo per la distribuzione di derrate alimentari agli indigenti". Il cibo sarà distribuito dalle organizzazioni caritatevoli.
Nasce l'Agenzia Italia digitale
Tra le novità del testo, all'esame del cdm, compare l'istituzione dell'Agenzia per l'Italia Digitale, "sottoposta alla vigilanza del presidente del Consiglio dei Ministri o del ministro da lui delegato, del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca". "L'Agenzia - si legge - opera sulla base di principi di autonomia organizzativa, tecnico-operativa, gestionale, di trasparenza e di economicità". È "preposta alla realizzazione degli obiettivi dell'Agenda digitale italiana, in coerenza con gli indirizzi elaborati dalla Cabina di regia".
Arriva cabina regia per piano città
Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti predisporrà un piano nazionale per le città, dedicato alla riqualificazione di aree urbane con particolare riferimento a quelle degradate. A tal fine sarà istituita una Cabina di regia composta, tra gli altri, da due rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture, di cui uno con funzioni di presidente e da un rappresentante del Ministero dell'Economia e del Ministero dello Sviluppo economico.
Rinviato lo stop ai taxi abusivi
Viene prorogata al 31 dicembre 2012 l'emanazione del decreto che avrebbe dovuto adottare disposizioni tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio di noleggio con conducente.
Sul Web contributi a imprese oltre 1.000 euro
Sovvenzioni, contributi e sussidi alle imprese e l'attribuzione di compensi a persone ed imprese per forniture, servizi, incarichi e consulenze ad enti pubblici e privati, di importo complessivo superiore a 1.000 euro nel corso dell'anno solare, sono soggetti alla pubblicità su internet.
Dal 2013 a copertura delle misure anche da tagli a P.A.
Le coperture necessarie a finanziare alcuni articoli del decreto sviluppo all'esame del cdm saranno fatte mediante tagli alla pubblica amministrazione. Agli oneri derivanti dalle disposizioni per l'utilizzazione crediti d'imposta per la realizzazione di opere infrastrutturali, il ripristino Iva per cessioni e locazioni nuove costruzioni, l'esenzione Imu invenduto per tre anni, e le detrazioni per interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico, "valutati complessivamente - si legge - in 44,5 milioni di euro per l'anno 2012, in 89,6 milioni di euro per l'anno 2013, in 240,9 milioni di euro per l'anno 2014, in 427,3 milioni di euro per l'anno 2015, in 328,7 milioni di euro dall'anno 2016 fino all'anno 2022, in 243,7 milioni di euro per l'anno 2023, e in 86,5 milioni di euro a decorrere dall'anno 2024, si provvede: per l'anno 2012 quanto a 9,5 milioni di euro mediante corrispondente riduzione dalla dotazione del Fondo per interventi strutturali di politica economica e quanto a 35 milioni di euro mediante corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa relativa al fondo per interventi urgenti ed indifferibili". "A decorrere dall'anno 2013 si provvede a valere sulle risorse rinvenienti dalle maggiori entrate previste dall'articolo 59 del presente decreto e mediante riduzione di spesa dei capitoli di bilancio delle amministrazioni centrali dello Stato".
15 giugno 2012 - Redazione Tiscali
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?