Il premier Enrico Letta, dopo l'ultimo Consiglio dei Ministri di venerdì scorso, intervenendo in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha sottolineato e ripetuto in forma "ultimativa" che anche la seconda rata dell'IMU 2013 sulle prime case non sarà pagata.

"La decisione di cancellare la prima e la seconda rata dell’Imu per il 2013 - ha dichiarato Letta - è già stata assunta, e non si torna indietro. Cosa diversa è quanto ha sostenuto il ministro Saccomanni, peraltro ripetendo quanto anche io ho più volte affermato: la copertura per eliminare questa tassa è onerosa e difficile, ma ci stiamo lavorando".

Se quindi a livello politico l'impegno è preso, il 16 dicembre prossimo tutti gli italiani tireranno un sospiro di sollievo. Ora, però, il difficile passa alla ricerca delle coperture finanziarie.
Si deve comunque sperare che ciò avvenga quasi sicuramente, ma questa imposta sul possesso di beni immobili (fabbricati, inclusa abitazione principale e pertinenze, terreni agricoli e immobili aziendali o cosiddetti produttivi) tornerà nel 2014?

Molti dubbi sorgono spontanei proprio nei confronti delle abitazioni principali o cosiddette "prime case".
Il decreto "Salva Italia" definiva abitazione principale : l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Ma in Italia l'80% della popolazione vive in abitazioni di proprietà. Quindi è sicuro che una tassa sugli immobili (non chiamiamola anche "patrimoniale") ci sarà e ci dovrà essere visto che i nostri, vari, governi non riescono a ridurre la cosiddetta "spesa pubblica".

Abbiamo assistito negli ultimi tempi al balletto delle cifre di spesa, ma una cosa è certa: è una voragine che non si chiude e che tutti i politici dicono di difficile soluzione.
Staremo a vedere, quindi, se le nuove imposte del prossimo anno saranno ugualmente molto alte o si sarà fatto soltanto una grande operazione di cambio di sigle.

Ing. Enzi Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?