L'agricoltura industriale e gli interventi umani sottopongono i suoli a varie forme di degradazione, che ne compromettono la fertilità chimica e fisica. Come sarà possibile proteggerli, per assicurare il cibo necessario a nutrire l'umanità?

I suoli risorsa non rinnovabile per nutrire l umanitaLa scienza del suolo ha a che fare con il suolo come risorsa naturale sulla superficie della Terra inclusa la pedogenesi, la classificazione del suolo e la mappatura; si occupa delle proprietà fisiche, chimiche, biologiche e della fertilità dei suoli, e di queste proprietà in relazione all'uso ed allo sfruttamento del suolo terrestre.

La domanda di produzioni agricole a livello mondiale è in continuo aumento, per effetto della crescita demografica e dei cambiamenti nelle diete, mentre la disponibilità di suoli coltivabili è limitata.

"I suoli, risorsa non rinnovabile per nutrire l’umanità" è il titolo di una conferenza in programma al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige il 3 dicembre alle ore 20.
Giacomo Sartori (agronomo trentino specializzato in pedologia, ha lavorato in vari paesi in via di sviluppo, ed è esperto di suoli alpini) illustrerà com’è possibile proteggere i suoli sempre più impoveriti dallo sfruttamento.

Bolzano, Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige, lun 03.12.2012, ore 20.00
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?