Specialmente nel settore delle costruzioni, negli ultimi anni e nonostante la crisi economico-finanziaria, è cresciuto il numero dei lavoratori autonomi.

Da una facile Guida, redatta da varie ULSS venete con la collaborazione della Direzione Territoriale del Lavoro di Padova, dal titolo "Lavoratori Autonomi. Guida pratica per lavorare sicuri" leggiamo che "Il lavoratore autonomo è colui che ha scelto di lavorare da solo, in modo autonomo e non va confuso con il lavoratore dipendente o con l’impresa".

Le istruzioni operative dell'opuscolo evidenziano chiaramente come "i lavoratori autonomi, durante la loro attività, sono esposti agli stessi pericoli per la salute e la sicurezza dei lavoratori dipendenti ma il rischio di infortuni con lesioni invalidanti o mortali è doppio rispetto a tutte le altre categorie di lavoratori".

Per questo motivo il Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (Decreto Legislativo n. 81/2008) ha esteso la tutela normativa anche ai lavoratori autonomi con l’obbligo di utilizzo di dispositivi personali di protezione e l’impiego di attrezzature sicure e conformi alle norme vigenti (art. 21).

L'Opuscolo "Lavoratori autonomi" presenta - sempre con linguaggio semplice - i principali rischi correlati alle attività di cantiere, in particolare:
- le cadute dall’alto,
- il rischio elettrico,
- il seppellimento
- i rischi legati all’uso di attrezzature di lavoro.

Il Documento è articolato nelle seguenti sezioni:
1. Indicazioni sulla sicurezza in cantiere relativa ai 4 rischi principali (cadute dall’alto, rischio elettrico, rischio seppellimento e rischi legati all’uso di attrezzature di lavoro).
2. Utili definizioni per identificare correttamente che tipo di lavoratore è l'autonomo.
3. Indicazioni appropriate, rivolte al lavoratore autonomo, per verificare la sua "idoneità".
4. Casistica, con alcuni esempi di regolarità e irregolarità.
5. Sanzioni, per l’utilizzo improprio dei lavoratori autonomi o l'abuso stesso della qualifica di "autonomo".

La Guida pratica è consultabile e scaricabile nel Kit del Professionista

Lavoratori Autonomi

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Direzione Territoriale del Lavoro di Padova
Testi:
Gioele Mini, Giuliano Caccin, Valerio Guerra - SPISAL Ulss 15
Francesco Ciardo, Adriano Rovoletto - SPISAL Ulss 16
Stefano Ziscardi - SPISAL Ulss 17
Daniela Pascale - Direzione Territoriale del Lavoro di Padova
Coordinamento del progetto:
Doriano Magosso

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?