La Legge di Stabilità 2012 (Legge 12 novembre 2011, n. 183), con l’art. 10, commi 3-11, ha aperto la possibilità di costituire società per l’esercizio delle attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico dei tecnici italiani.

Le nuove disposizioni definiscono un quadro normativo che consente l'esercizio delle professioni in forma societaria (le Stp) e allo stesso tempo garantiscono che le prestazioni siano eseguite esclusivamente dai soci in possesso dei requisiti richiesti per l'esercizio della professione e che sia sempre individuabile il professionista responsabile dello svolgimento della prestazione.

C'è dunque una distinzione concettuale tra il soggetto che esercita l'attività professionale e l'esecutore della stessa. L'attività potrà essere esercitata dalla società tra professionisti, ma la sua esecuzione dovrà essere affidata esclusivamente a un professionista abilitato.

Lo scopo della guida del Consiglio nazionale degli ingegneri (Cni) è quello di dare a tutti un primo inquadramento sulla nuova normativa e su come la stessa si coniuga con le norme già in vigore sotto diversi profili (civilistici, fiscali, deontologici).

Il CNI, comunque consapevole che "molte problematiche rimangono ancora da risolvere e alcuni chiarimenti si renderanno necessari da parte degli enti ai quali le costituende società tra professionisti si rivolgeranno", ha tenuto a precisare che "l’inquadramento contenuto nella guida potrà essere oggetto di modifiche parziali e/o totali a seguito di eventuali chiarimenti emanati dai diversi enti cui le società tra professionisti dovranno fare riferimento".

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?