Dopo la decisione del Tar del Veneto, che all'inizio del mese aveva accolto la richiesta di sospensiva alle limitazioni al passaggio delle grandi navi da crociera in Bacino San Marco (presentata con due ricorsi da Venezia Terminal Passeggeri e da una decina di imprese portuali), molto forte è stata la reazione, a tutti i livelli, di coloro che hanno a cuore la salvaguardia dei beni nazionali conosciuti in tutto il mondo.

Secondo il Tar le limitazioni previste dall'ordinanza della Capitaneria di Porto (708 transiti nel 2014 nel Canale di San Marco e della Giudecca per le navi passeggeri di stazza superiore a 40.000 tonnellate e divieto di passaggio nel 2015 per quelle di stazza lorda superiore a 96.000 tonnellate) devono essere subordinate "alla disponibilità di praticabili vie di navigazione alternative a quelle vietate, come individuate dall'Autorità marittima con proprio provvedimento".

Molto strana è risultata l'ordinanza di sospensiva emessa dai giudici, secondo i quali la misura della Capitaneria: "non appare sostenuta da una adeguata attività istruttoria preliminare, volta all'identificazione dei rischi connessi ai traffici nei canali in questione e ai transiti delle navi con stazza superiore a 40.000 tonnellate". Dal provvedimento non si può dedurre "un'esauriente ponderazione nè dei presupposti di fatto, nè delle specifiche valutazioni dei rischi, assunti a fondamento delle misure 'mitigatorie' in esame".

Fortunatamente, però, la Clia (Cruise Lines International Association), l'associazione delle navi da crociera, ha fatto volontariamente e unilateralmente proprie le disposizioni della Capitaneria di Porto sulle restrizioni imposte al transito delle grandi navi nel bacino di San Marco, anticipando al 2014 il blocco del passaggio delle navi con stazza lorda superiore alle 96.000 tonnellate, e la riduzione dei transiti delle grandi navi da crociera già dal 2014 nel canale della Giudecca.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?