Un provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate, Prot. 2012/102603 del 12 luglio 2012, definisce i contribuenti, le condizioni e individua gli studi di settore che per il periodo d'imposta 2011 permetteranno di accedere al regime premiale, norma contenuta nel Decreto cosidetto "Salva Italia" (Dl 201/2011) che stabilisce la preclusione dagli accertamenti analitico-presuntivi per i contribuenti che nel periodo di imposta di riferimento risultano congrui e coerenti agli specifici indicatori previsti dai decreti di approvazione degli studi di settore.

Gli studi di settore 2012In relazione alle suddette condizioni è necessario - però - che:
a) la coerenza sussista per tutti gli indicatori di coerenza economica e di normalità economica previsti dallo studio di settore applicabile;
b) nel caso in cui il contribuente consegua redditi di impresa e di lavoro autonomo, l’assoggettabilità al regime di accertamento basato sulle risultanze degli studi di settore sussista per entrambe le categorie reddituali;
c) nel caso in cui il contribuente applichi due diversi studi di settore, la congruità e la coerenza sussista per entrambi gli studi.

Sono, inoltre, ridotti di un anno i termini di decadenza per l'attività di accertamento previsti dall'articolo 43, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, e dall'articolo 57, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1972, n. 633.

Info: http://www.agenziaentrate.gov.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?