Gli Stati Generali sui disastri naturaliLa 23° Assemblea dello IUGG - l’International Union of Geodesy and Geophysics - appena conclusasi a Sapporo (Giappone), ha assegnato al nostro Paese l’organizzazione della prossima Conferenza del 2007: si tratta del più importante confronto sulla situazione internazionale nel settore ambientale e dei disastri naturali, che vede riuniti tutti i paesi del mondo e coinvolge oltre 5000 scienziati.

Era dal 1954 che l’Italia aspettava di poter organizzare l’Assemblea Generale dello IUGG - l’International Union of Geodesy and Geophysics – in programma ogni 4 anni. Un avvenimento che si realizzerà finalmente nel 2007, grazie alla decisione presa dalla 23° Assemblea dello IUGG, appena conclusasi a Sapporo (Giappone), che ha privilegiato il nostro Paese rispetto all’Australia.

"E’ una scelta che fa onore all’Italia e al CNR, che rappresenta il nostro Paese nell’ambito di questo organismo – afferma Lucio Ubertini, direttore dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR e Presidente del Comitato Italiano IUGG – e che riconosce il nostro ruolo preminente in questo settore".

L’incontro rappresenta un evento di straordinaria rilevanza internazionale, dal momento che raccoglie tutti i paesi del mondo e soprattutto le più importanti associazioni scientifiche che si occupano di fenomeni naturali quali alluvioni, frane, maremoti, terremoti o eruzioni vulcaniche. Un risultato molto importante, al quale hanno contribuito in maniera determinante sia Lucio Ubertini sia la nostra diplomazia, che ha validamente supportato la candidatura italiana.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?