E' iniziato il ciclo di conferenze internazionali dedicate agli eco-quartieri, con le quali la Biennale internazionale di Architettura "Barbara Cappochin" si fa promotrice di un dibattito sul valore sociale dell’architettura, intesa come valore imprescindibile per promuovere la qualità delle nostre città e dell’habitat.

eco-quartiere di Hammarby a Stoccolma

Giunta alla sesta edizione, la Biennale - promossa dall'omonima Fondazione e dall'Ordine degli Architetti della provincia di Padova, insieme al Comune di Padova, e realizzata in collaborazione con la Regione del Veneto, il Consiglio Nazionale degli Architetti e l’Unione Internazionale degli Architetti – ha preso ufficialmente il via lo scorso ottobre con la cerimonia di Premiazione dei vincitori del Premio Internazionale di Architettura e con la tradizionale inaugurazione del Tavolo dell’Architettura progettato quest’anno dall'architetto e senatore a vita, Renzo Piano.

Ad aprire il ciclo delle cinque conferenze internazionali, organizzate, da gennaio a marzo 2014, è stato l'incontro del 10 gennaio sull'esperienza degli Eco-quartieri di Bo01 a Malmö (in Svezia) e di Ørestad a Copenhagen (in Danimarca) che, attraverso scelte coraggiose ed innovative, hanno realizzato un salto di qualità sotto il profilo della sostenibilità non solo urbanistica ed architettonica, ma anche sociale ed economica, puntando su un dialogo intenso tra società, politica e imprenditori.

eco-quartiere di Malmo in Svezia

"L’obiettivo – sottolineato da Giuseppe Cappochin, Presidente della Fondazione – è in linea con la politica del Consiglio Nazionale degli Architetti che, da tempo, si batte affinché nel nostro Paese sia rilanciato un Programma nazionale per le città che facendo leva sull’efficientamento energetico, integri idee e risorse per la sostenibilità ambientale, lo stop al consumo del suolo, il riuso degli edifici e delle aree urbane dismesse, la valorizzazione degli spazi pubblici, la messa in sicurezza degli edifici e la valorizzazione dei beni demaniali".

A conclusione delle cinque conferenze internazionali si svolgerà a Padova, il 14 e 15 marzo 2014, la Conferenza degli Ordini degli Architetti italiani dedicata al tema degli Eco-quartieri e al Riuso che, secondo gli architetti italiani, deve diventare " un Programma Nazionale che Governo e Parlamento devono fare propri affinché rappresenti una delle scelte politiche fondamentali del Paese".

Presso il Teatro del Seminario maggiore si svolgeranno i successivi appuntamenti, previsti per il 16 gennaio, per il 7 ed il 21 febbraio, e per il 13 marzo.
La partecipazione alle conferenze, anche on line mediante la piattaforma xclima, da diritto ad acquisire 6 crediti formativi per ciascuna conferenza.

Mara Zenoli

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?