Il Consiglio Nazionale degli Architetti, mediante una lettera aperta del suo presidente, scrive al Presidente del Consiglio Letta, e quindi ai nostri Governanti tutti, per richiamare l'attenzione sulla drammatica realtà degli studi professionali italiani.

Con l'ultima buffonata dell'imposizione obbligatoria del POS ai professionisti (con la scusa di attuare l'Agenda Digitale), pur essendo evidente che il bonifico elettronico bastava a risolvere il problema della tracciabilità a fini fiscali, si è dimostrato ufficialmente (e per la ennesima volta) il "grave e ripetuto errore politico di vessare le professioni intellettuali con una ulteriore tassa. Perché di questo si tratta".

Questa lettera aperta non fa altro che rendere pubblica una situazione estremamente drammatica della maggior parte degli studi professionali, pur richiamando dati ormai conosciuti: l'ISTAT 2013 ha certificato una riduzione del 37% delle concessioni edilizie, la filiera delle costruzioni è in agonia con oltre 13.000 imprese chiuse nell'ultimo anno, dati avvilenti di licenziamenti (e quindi disoccupazione a lungo termine) dei lavoratori nell'edilizia.

Il Governo "vede il nostro e altri mestieri affogare in una crisi che assomiglia sempre più a un coma da cui sarà difficile risvegliarsi" senza far nulla.
La crisi economico-finanziaria non può essere una scusa idonea a giustificare tale assenteismo.

Nessun provvedimento è stato preso dal Governo per investire nella cultura tecnica e rilanciare lo sviluppo del settore edile che sta affondando.
Non è più tempo di parole e di promesse; i centocinquantamila architetti italiani chiedono azioni concrete per tutelare il proprio presente e il futuro dei loro studi professionali.

Arch. Maria Luisa Gottari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?