Giornate europee del PatrimonioMilioni di cittadini in tutta Europa nell'ultimo fine settimana di settembre potranno visitare siti archeologici, monumenti, musei e partecipare ai tanti eventi culturali proposti un po’ ovunque nelle città europee.

Come ogni anno, dal 1991, è andato sempre crescendo l'impegno del Consiglio d'Europa per dedicare queste giornate alla promozione e conoscenza del patrimonio culturale dei Paesi membri, alla conoscenza reciproca e al dialogo interculturale, nella conservazione delle radici culturali che, inevitabilmente ogni cittadino porta con sé.

Lo slogan di quest'anno "La Cultura del Vivere" evidenzia la vastità del tema e le diverse ottiche con le quali può essere affrontato, tenendo conto della complessità e della dinamicità concettuale espressa dal patrimonio culturale quale bene collettivo inserito in un contesto sociale ed ambientale.

Com'è noto, una delle finalità perseguite dal Consiglio d'Europa è quella di sensibilizzare i cittadini europei sull'importanza della comune appartenenza a medesime radici culturali, pur nella valorizzazione delle peculiari diversità.

Il Consiglio stesso suggerisce inoltre che, ferma restando la libertà di scelta per ciascun Paese dei singoli temi, siano comunque riaffermate le valenze culturali comuni e la reciprocità degli scambi, che trovano significativa espressione nelle Giornate dedicate al Patrimonio.

Durante le Giornate (24 - 25 settembre 2005), com'è d'abitudine, La Soprintendenza per i beni Architettonici dispone l'ingresso gratuito nelle aree archeologiche, nei musei, nelle gallerie, nei monumenti e nelle altre sedi espositive dello Stato.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?