La Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero di Alba dedica quest’anno la prestigiosa mostra biennale alle opere di Giacomo Balla pittore, scultore e scenografo, uno dei fondatori e principali esponenti del movimento futurista, nato a Torino il 18 luglio 1871 e morto a Roma il 1º marzo 1958.

L'esposizione di Alba, che aprirà il prossimo 29 ottobre e resterà visitabile fino al 27 febbraio 2017, mette insieme opere in arrivo dalle più prestigiose collezioni pubbliche e private del mondo.

“Ho cercato di concentrare nello spazio della Fondazione tre momenti – ha spiegato la curatrice Ester Coen – il momento prefuturista, poi lo sguardo di Balla sul colore ed un terzo momento dedicato alle sue ricerche più futuriste e al dinamismo delle automobili”.

La mostra allestita con la collaborazione scientifica della Gam di Torino e dalla Soprintendenza Beni Architettonici e Culturali del Piemonte ospiterà opere provenienti da importantissimi musei internazionali come “Il dubbio” (1907-1908) dalla Galleria d’Arte Moderna di Roma, “Dinamismo di un cane al guinzaglio” conservato nella Albright-Knox Art Gallery di Buffalo, New York e tante altre opere provenienti dalla teca di Londra, dal museo di Gerusalemme, dalla Galleria Guggenheim di Venezia.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?