Gare e curriculumLa visione dei documenti di gara deve essere consentita ai soggetti che detengono una posizione tutelata (interesse legittimo) nei confronti della Pubblica Amministrazione la quale, pur non potendo opporre diniego, potrà differire l’esercizio del diritto di accesso alla definitiva conclusione del procedimento di gara.

Nel caso di appalto di progettazione risulta tra i documenti accessibili certamente il curriculum, laddove lo stesso costituisca fondamentale elemento di valutazione.

Nel caso di offerta presentata in una gara di progettazione, frutto dell’attività intellettuale con carattere della novità, l’Amministrazione dovrà tutelare la riservatezza dell’impresa che ha prodotto la stessa non rilasciandone copia a terzi, ma consentendone la sola visione ai soggetti che devono tutelare i propri interessi.

E’ quanto emerge dall’atto di regolazione dell’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici n. 12 del 29 maggio 2002.

Il testo completo dell'atto di regolazione è consultabile nella nostra sezione Normativa Tecnica.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?