La fiera professionale per l’edilizia e l’architettura, Expoedilizia 2012 che torna a Fiera Roma dal 22 al 25 marzo 2012, metterà in mostra il proprio lato green nell’area impianti ed energie rinnovabili.

Fotovoltaico organico e integrazione architettonicaAl centro dell’area impianti ed energie rinnovabili verrà organizzata, con la collaborazione dell’Università di Roma “Tor Vergata” e del CHOSE – Centre for Hybrid and Organic Solar Energy (Polo Solare Organico della Regione Lazio), un focus sul fotovoltaico, ideato per illustrare le opportunità offerte dalle fonti energetiche rinnovabili come nuova chiave per il rilancio del settore delle costruzioni.

Nell’area Fotovoltaico sarà possibile visionare dimostratori di pannelli fotovoltaici organici, fiore all’occhiello delle ricerche del CHOSE, ora giunti in fase di pre-industrializzazione con un Consorzio Industriale.
Un prodotto innovativo che utilizza un colorante organico che si comporta come il processo di fotosintesi clorofilliana, sfruttando la luce diffusa, consentendo, quindi, un utilizzo dell’energia proveniente dal sole in condizioni ritenute non ottimali: installabili in verticale e non necessariamente orientati verso sud, questi pannelli funzionano anche quando è nuvoloso.

Accanto all’esposizione, ci sarà la presentazione del progetto ZET! (Zero Emission Technologies), che troverà una parziale rappresentazione nella Smart City, che sarà allestita all’interno dell’area espositiva di Expoedilizia.

Il modello di una vera e propria città sostenibile proporrà pensiline fotovoltaiche, sistemi di ricarica stand-alone capaci di alimentare dai lampioni a led ai veicoli elettrici, ponendo l’attenzione anche agli “accessi alla città” per una mobilità sostenibile.
I visitatori potranno vedere tutti gli elementi necessari per riqualificare le nostre città,  come spiega l’ingegner Monica Coppola del CHOSE: “Per rendere le città più sostenibili tra i primi passi da fare, c’è sicuramente la necessità di convertire la mobilità incentivando il passaggio ai veicoli elettrici –– un percorso non facile, che si scontra con infrastrutture insufficienti.
Per questo è importante che la Ricerca e le Istituzioni ma anche il mondo industriale interessato e sensibile alle tematiche ambientali ed alla salute dei cittadini, si incontrino per trovare soluzioni condivise che accrescano l’impiego di sistemi di produzione di energia eco-sostenibili, quindi a basso impatto ambientale, ed un esempio è la nostra soluzione di fotovoltaico organico integrato nelle facciate degli edifici, ma che trovino anche soluzioni per ampliare e realizzare una rete dei punti di ricarica efficaci ed efficienti che rendano i veicoli elettrici ad oggi disponibili, più facilmente ricaricabili, e che puntino al migliorando delle prestazioni delle batterie. È anche importante evidenziare come sia possibile ridurre e controllare i consumi energetici grazie alle nuove tecnologie applicate all’uso abitativo (domotica) e all’integrazione dei vari sistemi di accesso”

Fiera di Roma, 22-25 marzo 2012
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?