Il Piano Città, il programma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avviato lo scorso giugno dal primo decreto Sviluppo e dedicato alla rigenerazione delle aree urbane degradate, ha preso il via con la sottoscrizione dei primi tre contratti di valorizzazione urbana con L'Aquila, Potenza e Lecce.

Finanziamenti Piano Citta via libera per tre CapoluoghiLe Amministrazioni comunali di tutta Italia avevano inviato al Ministero ben 457 proposte di intervento edilizio e urbanistico sui propri territori, chiedendo di cofinanziare le risorse mancanti per l’avvio dei lavori.
L'apposita "Cabina di regia" predisposta allo scopo, aveva scelto solo 28 progetti, ma che potranno usufruire di un cofinanziamento nazionale di 318 milioni di euro (224 dal Fondo Piano Città e 94 dal Piano Azione Coesione per le Zone Franche Urbane), che attiveranno in conseguenza progetti e lavori pari a 4,4 miliardi di euro complessivi, tra fondi pubblici e privati.

I primi tre 'Contratti', firmati con le amministrazioni dei tre capoluoghi, hanno individuato  interventi importanti da realizzare, per investimenti complessivi pari a 35,6 milioni di euro.

L'Aquila
A L'Aquila è previsto un investimento di 15 milioni di euro, nell’area di Piazza d’Armi del quartiere Santa Barbara, in cui verrà realizzato un polo di socializzazione centrato su un parco urbano, comprendente una struttura da adibire ad auditorium, impianti sportivi e parcheggi interrati.
Per l'intero progetto di riqualificazione sono previsti 37,1 milioni, di cui 15 milioni derivanti dal suddetto contributo pubblico.

Potenza
Potenza interverrà sull'edilizia residenziale pubblica, con un investimento di 12,3 milioni di euro destinato al recupero del quartiere Bucaletto (quartiere popolare della periferia est di Potenza, progettato all'indomani del terremoto dell'Irpinia del 23 novembre 1980) da valorizzare come modello di ecosostenibilità. Nello specifico gli interventi riguarderanno alloggi di edilizia residenziale pubblica (di cui 53 di nuova realizzazione e 27 da acquisire), e la realizzazione di un parco di servizio del quartiere sulla collina nell'area nord di Bucaletto.
Per l'intero intervento sono previsti 50,6 milioni, di cui solo 12,3 milioni derivanti dal suddetto contributo pubblico.

Lecce
A Lecce l'investimento sarà di 8,3 milioni di euro: risorse con cui si completerà la ristrutturazione dell’ex monastero degli Agostiniani, con il recupero dell’edificio satellite e la sistemazione dell’area esterna a parco pubblico attrezzato, oltre alla realizzazione del ponte su Via del Ninfeo, per garantire il passaggio dei veicoli da e per la stazione ferroviaria.
Per l'intero programma di riqualificazione del settore Ovest della Città sono previsti 134,9 milioni, di cui 8,3 milioni derivanti dal suddetto contributo pubblico.

 

Alessandra Agrimoni

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?