Il Consiglio dei Ministri ha approvato due disegni di legge. Il primo contenente disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2014), il secondo riguardante il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2014 e il bilancio pluriennale per il triennio 2014-2016 (Legge di Bilancio 2014-2016).

Sul sito del Governo è stato pubblicato il Dossier sulla Legge di Stabilità 2014, che potrebbe segnare una svolta nella programmazione economico-finanziaria degli ultimi anni.

Oltre all'illustrazione delle principali misure sono disponibili i testi dei due disegni di legge trasmessi al Senato della Repubblica, nonché le relazioni illustrative e le relazioni tecniche.

Con le misure disposte nel provvedimento, forse, si avvia un percorso di riduzione del carico fiscale sulle famiglie e sulle imprese. La spending review che verrà progressivamente implementata nel corso del 2014 potrebbe anche contribuire a individuare le razionalizzazioni della spesa con le quali finanziare una ulteriore riduzione della pressione fiscale.

Dalla nota ufficiale del governo si legge che la Legge di Stabilità va ad interessare cinque macro aree: interventi per Persone, Famiglie e Società; interventi per le imprese; investimenti; la nuova Service Tax; il cofinanziamento dei Fondi strutturali europei 2014-2020.

Questi interventi dovrebbero essere stati programmati con soluzioni che consentano di rispettare l’impegno di contenimento del deficit nell’ambito degli obiettivi comunitari con l'obiettivo di invertire definitivamentela tendenza del debito pubblico.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?