E' stata pubblicata nel bollettino ufficiale regionale n.66 del 26 maggio 2014 la Legge regionale n.27 recante disposizioni urgenti per la prevenzione del rischio e la sicurezza delle costruzioni e per l'istituzione del fascicolo del fabbricato.

Proposta dalla Giunta regionale sin dal dicembre 2011, e successivamente con l'approvazione in Consiglio regionale, gli organi istituzionali intendono perseguire una politica mirata alla conoscenza dello stato conservativo del patrimonio edilizio a salvaguardia della sicurezza e della qualità delle strutture, nonché del buon governo del territorio.

Al fine di raggiungere gli obiettivi preposti, la legge regionale istituisce il fascicolo del fabbricato, che è obbligatorio per tutti gli edifici di nuova costruzione, sia pubblici sia privati, quale documento contenente tutte le informazioni riguardanti la situazione progettuale, urbanistica, edilizia, catastale, strutturale, impiantistica, nonché i dati dei relativi atti autorizzativi.

Il fascicolo, redatto in formato cartaceo o in formato elettronico a cura dei proprietari in forma unica, dovrà essere aggiornato ogni dieci anni e comunque in occasione di ogni lavoro o modifica dello stato di fatto o della destinazione d’uso dell’intero fabbricato, o di parte di esso.
L’aggiornamento dovrà essere effettuato anche nel caso di lavori eseguiti da enti erogatori di pubblici servizi (luce, acqua, gas, telefono, ecc.).

Nel caso di fabbricati privati, il fascicolo deve essere depositato presso l’amministrazione pubblica responsabile e tenuto, in copia, presso il proprietario o l’amministratore del condominio.
Una sintesi delle informazioni contenute nel fascicolo è riportata in una scheda, denominata "Scheda di sintesi", suscettibile di trattamento informatizzato, da inviare al Comune di competenza.

E' importante evidenziare che ora è prevista la sospensione del procedimento per il rilascio del certificato di agibilità qualora ci fosse la mancata allegazione alla relativa istanza della scheda di sintesi di cui sopra.

Il disegno di legge sul fascicolo del fabbricato fu adottato dalla Giunta regionale a seguito del tragico crollo di una intera palazzina nel Comune di Barletta.
Da quell'evento disastroso si è sviluppata una sensibilità verso il grave problema della sicurezza degli edifici strategici (scuole, ospedali, municipi, caserme ecc.) che rappresenta ormai un’indiscutibile priorità.

Per questo motivo la presente nuova legge si pone a tutela della pubblica e privata incolumità ed intende perseguire una politica mirata alla conoscenza dello stato conservativo del patrimonio edilizio, nell’ottica della salvaguardia del regime di sicurezza e della qualità delle strutture e del buon governo del territorio.

Mara Zenoli

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?