FIAB concorso per premi di laureaLunedì 19 settembre 2005 alle 10,00 all'interno di EICMA, il Salone del Ciclo, nuova Fiera di Milano, Rho-Pero, si terrà la premiazione del concorso per tesi di laurea in memoria di Riccardo Gallimbeni.

L'Architetto urbanista Riccardo Gallimbeni, dirigente FIAB di Torino ed esperto nazionale in reti ciclabili turistiche, co-ideatore del progetto di rete ciclabile nazionale Bicitalia, perdeva la vita il 24 giugno 2002 travolto da un'auto in Toscana mentre in bicicletta percorreva la Via Aurelia, in direzione Castiglioncello - Livorno.

Per ricordare la sua figura la FIAB ha istituito il concorso per premi di laurea Riccardo Gallimbeni a favore di laureati in Architettura, Ingegneria, Urbanistica, Pianificazione Ambientale Territoriale, Agraria, Geografia.

Il concorso assegna tre premi a laureati delle Università italiane: il primo premio è di 2.500 EURO, il secondo di 1.500 EURO, il terzo premio di 1.000 EURO.

Il tema della tesi di laurea riguarda gli studi di fattibilità e/o la progettazione di itinerari ciclabili di media - lunga percorrenza con particolare attenzione a tutti gli aspetti di sicurezza dei ciclisti (soluzioni infrastrutturali, segnaletica, moderazione del traffico, e simili).

La Giuria composta da Luigi Riccardi - Presidente FIAB, Enrico Prevedello - docente universitario, Luigi Gallimbeni in rappresentanza della famiglia di Riccardo Gallimbeni con la partecipazione di Giuseppe Ferrari - coordinatore del Gruppo Tecnico FIAB, con funzioni di
verbalizzatore, ha esaminato le tesi presentate dai partecipanti al concorso in questione e ha formulato la relativa graduatoria di merito:

1°) Tesi di Gaetano Brucoli su "Il recupero delle linee ferroviarie dismesse in Sicilia tra archeologia industriale e greenways", Università di Palermo, Architettura, anno accademico 2002 - 2003, per l'attualità del tema, la concretezza della ricerca, l'esaustività della trattazione e la chiarezza della presentazione;

2°) Tesi di Pamela Bracciotti su "Una rete di greenways per il territorio del comune di Prato", Università di Firenze, Architettura, anno accademico 2002 - 2003, per l'originalità dell'approccio al tema dei "percorsi verdi" in contesti urbani, con ampia documentazione teorica e puntuale considerazione della strumentazione urbanistica locale;

3°) Tesi di Filippo Brambilla e Michele Corno su "Infrastrutture ciclabili nella stazione ferroviaria di Ferrara", Politecnico di Milano, Architettura, anno accademico 2003 - 2004, per l'approccio architettonico alla soluzione dello specifico problema viabilistico dell'accessibilità ad
una struttura urbana fondamentale di corrispondenza intermodale (stazione ferroviaria).

fonte: fiab
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?