Euroluce e SaloneUfficio tornano nuovamente insieme dal 9 al 14 aprile a Fiera Milano Rho, con le proposte più innovative del settore, con il Salone Internazionale del Mobile e del Complemento d’Arredo ed il SaloneSatellite.

Euroluce e SaloneUfficio 2013 ancora insiemeAi prodotti decorativi, da sempre presenti, si affiancheranno quelli illuminotecnici che trovano applicazione nel settore dell’illuminazione industriale, stradale, di spettacoli e del sistema ospedaliero e che da diversi anni completano l’offerta merceologica.

Da segnalare anche il forte interesse verso il risparmio energetico, la sostenibilità ambientale e il problema dell’inquinamento luminoso, in linea con la maggior attenzione che viene dedicata alle tematiche ecologiche anche in campo economico-commerciale.

Euroluce 2013 si conferma la fiera di settore più autorevole e il punto di riferimento internazionale per il mondo della Luce con innovazione tecnologica, qualità e creatività.
Al mondo dell’illuminazione, poi, si aggiunge quello degli ambienti di lavoro: il SaloneUfficio, che scende in campo con le novità in fatto di arredamento per ufficio, ma anche per banche, istituti assicurativi, uffici postali, ambienti pubblici e comunità.

E ancora l’ampia proposta includerà tre nuove categorie merceologiche – isolamento acustico, pavimentazioni e rivestimenti; sistemi di illuminazione e complementi d’arredamento per ufficio; tecnologie audio/video e comunicazione – spaziando dall’arredo alle soluzioni per l’home office e le ambientazioni di lavoro.

Il binomio luce-ufficio si consolida ulteriormente grazie alla crescente attenzione alla qualità dell’ambiente di lavoro, frutto di una scelta mirata dell’arredamento, della sua disposizione nello spazio e, in ugual misura, di una corretta illuminazione.

E dal concetto di qualità dell’ambiente di lavoro trae ispirazione Jean Nouvel per il suo "Progetto: ufficio da abitare".

"Si passa molto più tempo ad abitare i luoghi di lavoro che non a casa propria a mangiare o dormire – dichiara l’architetto francese Jean Nouvel. Gli uffici sono quindi luoghi di abitazione che vanno qualificati non come la ripetizione di uno stesso attore teorico che si trovi lì in modo puramente funzionale ed efficace, ma come di qualcuno che provi piacere a trovarsi lì".

Questo il punto di partenza di Jean Nouvel, che in un’area di 1.200 mq. mostrerà al pubblico diversi scenari attraverso i quali svilupperà i principali temi della sua visione dello spazio di lavoro.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?