Il Van Gogh Museum diventa un esempio di edilizia sostenibile e, dopo mesi di grande fibrillazione e attesa, è stato ufficialmente riconsegnato alla città di Amsterdam per la gioia dei numerosi visitatori che ogni anno accorrono da ogni parte del mondo per ammirare le creazioni dell’artista olandese più famoso della storia.

Decisamente è stata una riapertura in grande stile, dato che il museo è stato del tutto rinnovato secondo i più alti standard di risparmio energetico e con una mostra celebrativa, per il 160esimo anniversario della nascita di Vincent Van Gogh.

Ufficialmente la ristrutturazione è iniziata nel 2010 per rendere il museo più sicuro e per potenziare l’impianto antincendio: i lavori inizialmente non hanno comportato la chiusura del museo che ha così potuto continuare ad accogliere gli appassionati dell’artista fino al 2012, anno in cui la struttura è stata chiusa per sei mesi.

Contemporaneamente, l’edificio è stato dotato di un sistema di condizionamento innovativo in grado di regolare e mantenere costante la temperatura in ogni ambiente dell’edificio.
Con questi interventi, a cui seguiranno ulteriori lavori di miglioramento dell’esterno, il Van Gogh Museum diventa un esempio di edilizia sostenibile.

Fonte: tuttogreen.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?