Le energie rinnovabili si stanno sviluppando a una velocità formidabile. Secondo il National Renewable Energy Lab (NREL) i dati disponibili fino a ottobre 2013 e riferiti all'anno 2012 indicavano che quasi un quarto dell’elettricità mondiale (il 23%) era coperto dalle fonti rinnovabili.

Un obiettivo che poteva risultare impossibile fino a pochi anni fa, ma che grazie a politiche di sostegno e al buon senso dei cittadini è stato realizzato.

Il rapporto, intitolato "2012 Renewable Energy Data Book", riporta la situazione dell’energia rinnovabile negli Stati Uniti e nel resto del mondo, e premia in particolare alcuni Paesi come la Germania, la Cina, la Spagna e proprio gli States che hanno eccelso in diverse categorie.
La Germania per esempio è quella che ha fatto meglio nel comparto del fotovoltaico, gli Stati Uniti in quello del geotermico e delle biomasse, la Cina per l’eolico e la Spagna per il solare termico.

Tra i Paesi citati come virtuosi compare anche l’Italia per la produzione solare.
Considerando l’energia rinnovabile nel suo complesso, a guidare la produzione mondiale c’è la Cina, seguita da Stati Uniti, Brasile, Canada e Germania.

Queste le suddivisioni per fonte rinnovabile:
- Idroelettrico: Cina, Brasile, Stati Uniti, Canada, Russia
- Fotovoltaico: Germania, Italia, Stati Uniti, Cina, Giappone
- Solare termico: Spagna, Stati Uniti, Algeria, Egitto/Marocco, Australia
- Geotermico: Stati Uniti, Filippine, Indonesia, Messico, Italia
- Eolico: Cina, Stati Uniti, Germania, Spagna, India
- Biomasse: Stati Uniti, Brasile, Cina, Germania, Svezia

Considerando invece la popolazione, i Paesi che si sono dati più da fare nel settore del solare sono Germania, Italia (dove sono installati oltre 2 watt a testa in media), Belgio, Repubblica Ceca e Grecia; nel settore dell’eolico invece ci sono Danimarca, Spagna, Portogallo, Svezia e Germania.
Nel complesso, però, l’idroelettrico è la fonte più utilizzata per le rinnovabili con oltre la metà della produzione energetica. A seguire ci sono eolico, fotovoltaico, biomasse e geotermico.

Greenstyle.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?