Il Consiglio regionale nella seduta del 31 marzo scorso ha approvato il disegno di legge n. 102 della Giunta regionale “Autorecupero degli alloggi sfitti per carenza di manutenzione da parte degli assegnatari”.

Il provvedimento, di un solo articolo, prevede l'inserimento dell'articolo 22 bis nella legge regionale 17 febbraio 2010, n. 3 (Norme in materia di edilizia sociale), che introduce nella legislazione regionale il concetto di autorecupero del patrimonio edilizio pubblico.

Questa scelta – come ha sottolineato in Aula Augusto Ferrari, assessore alla Casa e alle Politiche sociali – "ha anche un valore di carattere sociale, perché prevede una forma di responsabilizzazione diretta degli inquilini alla gestione del patrimonio pubblico, elemento più prezioso e qualificante della legge" stessa.

La legge prevede infatti che gli enti proprietari o gestori predispongano l'elenco degli alloggi non assegnabili per carenza di manutenzione, individuando per ciascun alloggio gli interventi indispensabili per l'assegnazione, stimandone costi e tempi di esecuzione delle opere.

Questi alloggi vengono assegnati a soggetti già in graduatoria a condizione che l'assegnatario, in accordo con l'ente proprietario o gestore, si impegni a realizzare in autorecupero gli interventi individuati, i cui costi, documentati, sono riconosciuti sia mediante detrazioni sul canone di locazione, sia attraverso la restituzione dell'importo anticipato, fino ad un massimo del 50 per cento dell'importo.

Il provvedimento riguarda solo gli alloggi di edilizia residenziale pubblica e destinatari che possiedano già i requisiti per un alloggio popolare, perché assegnatari o in lista di attesa. Gli interventi di autorecupero possono riguardare anche gli alloggi regolarmente occupati ed essere realizzati dagli assegnatari medesimi.

Articolo 22 bis

1. Gli enti gestori predispongono l'elenco degli alloggi non assegnabili per carenza di manutenzione, individuano per ciascun alloggio gli interventi indispensabili per renderlo abitabile, stimano i relativi costi e i tempi di esecuzione delle opere.

2. Gli alloggi di cui al comma 1 sono assegnati ai soggetti utilmente collocati in graduatoria a condizione che l'assegnatario, in accordo con l'ente gestore, si impegni a realizzare in autorecupero gli interventi di cui al comma 4 indispensabili per rendere l'alloggio abitabile.

3. Gli interventi di autorecupero, di cui al comma 4, possono riguardare anche gli alloggi regolarmente occupati ed essere realizzati dagli assegnatari medesimi. Gli enti gestori individuano per ciascun alloggio gli interventi indispensabili, stimano i relativi costi e i tempi di esecuzione delle opere.

4. Gli interventi realizzabili tramite l'autorecupero sono quelli di "manutenzione ordinaria" che rientrano nella "attività edilizia libera". Se sono realizzati modesti interventi per integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti nell'alloggio, qualora previsto dalla normativa vigente in materia, deve essere acquisita la dichiarazione di conformità. Sono inoltre ammissibili le opere interne finalizzate all'eliminazione delle barriere architettoniche. L'ammontare complessivo del costo riconoscibile non può essere superiore a 5.000,00 euro, compresi gli oneri fiscali e ogni altra voce di spesa.

5. I costi sostenuti dall'assegnatario per la realizzazione dei lavori devono essere documentati tramite la presentazione di fatture fiscali emesse ai sensi di legge.

6. Ad avvenuta ultimazione dei lavori l'assegnatario trasmette all'ente gestore la documentazione attestante i costi sostenuti e la dichiarazione di conformità, qualora prevista dalla normativa vigente per l'intervento effettuato. L'ente gestore verifica che i lavori siano eseguiti a regola d'arte, nei tempi previsti e che i costi documentati siano congruenti con quelli stimati. A seguito della verifica sono riconosciuti all'assegnatario i costi sostenuti, sia mediante restituzione dell'importo anticipato sia attraverso detrazioni sul canone di locazione.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?