L'ANCI, Associazione nazionale dei comuni italiani, ha predisposto e inviato a tutti i sindaci una utile nota sintetica sui finanziamenti per l'edilizia scolastica relativi al 2016 e anni seguenti.

Nel documento predisposto dal Dipartimento Istruzione Anci si ricorda che grazie all’articolo 1 comma 713 della Legge di Stabilità, non sono considerate a fini di saldo del Patto di stabilità le spese sostenute dagli enti locali, Comuni, Città metropolitane e Province per gli interventi di edilizia scolastica se effettuati a valere sull’avanzo di amministrazione e su risorse rivenienti dal ricorso al debito.

L’esclusione – si legge nel documento Anci – opera nel limite di 480 milioni di euro. Sulla nota Anci è possibile reperire riferimenti e contatti utili.

La nota affronta in modo chiaro, anche se sintetico, i seguenti finanziamenti:
1). Misura Sbloccascuole
2). Mutui per edilizia scolastica
3). Indagini diagnostiche dei solai
4). Scuole belle
5). Recupero risorse già stanziate e non utilizzate
6). Fondi Inail
7). Fondi Kyoto e l'efficientamento energetico
8). Risorse Protezione Civile
9). PON 2014-2020

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?