Sulla Gazzetta ufficiale n. 239 del 14 ottobre 2015 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Istruzione 7 agosto 2015 recante “Ripartizione delle risorse e definizione dei criteri per la costruzione di scuole innovative”.

Le risorse di cui alla legge 13 luglio 2015 n.107, pari a 300 milioni di euro, sono ripartite tra le Regioni tenendo conto dei dati relativi alla popolazione scolastica e alla densità contenuti nell'Anagrafe dell'edilizia scolastica.
L’investimento per la costruzione delle scuole sarà fatto con risorse Inail ed il canone sarà sostenuto dal Ministero.

Nell'articolo 1 del decreto è chiarito che le risorse sono destinate a finanziare spese per la costruzione di una nuova scuola. Non sono in ogni caso ammesse e sono quindi a carico dell'ente locale le spese per:
- indagini preliminari;
- progettazione;
- arredi, allestimenti e attrezzature per la didattica;
- eventuale demolizione dei fabbricati;
- bonifica dell'area;
- spese per la collocazione temporanea degli alunni durante i lavori.

Nell’articolo 2 del decreto sono, poi, elencati i criteri per l'acquisizione delle manifestazioni di interesse degli enti locali:
a) disponibilità dell’area da parte dell’Ente, urbanisticamente consona all'edificazione;
b)ampiezza del bacino territoriale di riferimento;
c)disponibilità di un servizio di trasporto per garantire collegamenti all’utenza;
d)disponibilità dell’Ente a promuovere la riduzione dei fenomeni di dispersione scolastica;
e)livello di innovazione didattica;
f)ulteriori criteri definiti a livello regionale sulla base delle proprie specificità territoriali.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?