Dopo la firma di una particolarissima convenzione stipulata tra la Regione Veneto e alcune banche - disponibili ad intervenire per sbloccare il mercato edilizio stagnante anche in Veneto - entra finalmente in una vera fase operativa il Programma Regionale attivato anni fa.

Edilizia residenziale pubblicaPer rispondere alle condizioni di mercato mutate a causa della crisi,  il Governatore Luca Zaia ed i rappresentanti dei principali istituti di credito veneti (Federazione Veneta delle Banche di Credito cooperativo, Unicredit, Cariveneto, Carive, Montepaschi, Antonveneta, Banca Popolare di Vicenza, Bnl, Banco Popolare, più Unipol e Caribolzano) hanno firmato ieri a Palazzo Balbi la convenzione che permette a tutti gli aventi titolo di ricevere quasi 25.000 euro a fondo perduto.

Si tratta di circa 57 milioni di euro, stanziati dalla Regione e destinati inizialmente (programma 2007-2009) a favorire mutui agevolati attraverso la copertura di parte degli interessi, che sono stati trasformati in contributo a fondo perduto.

Nel 2007, infatti, la Regione Veneto emanò un bando per la costruzione di 2.200 alloggi rimasti a tutt'oggi praticamente invenduti.  "Il vantaggio - ha spiegato Luca Zaia - sarà quello di non avere più 2.200 case invendute sul mercato". Il contributo, pari a 25.000 euro ad alloggio, verrà infatti erogato agli acquirenti delle case realizzate dalle imprese e dalle cooperative individuate dal bando iniziale.
"Abbiamo semplificato procedure e gestione - ha aggiunto l'assessore Massimo Giorgetti - per rispondere agli andamenti di mercato e ottenere i risultati voluti, sbloccando una situazione indipendente da tutti noi e ritenendo che sia un'opportunità in più per rendere 'affidabile' l'utente".

E' finalmente un vero sostegno finanziario per l'acquisto della prima casa, nonostante il manifestarsi della congiuntura negativa degli ultimi tempi che ha causato forti ripercussioni sul procedimento finanziario del sistema creditizio.
Tutte le informazioni sono disponibili sul sito della Regione, alle pagine dedicate all’Unità di Progetto edilizia abitativa (tel: 041-2792401).

Alessandra Agrimoni
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?