Nel corso del 2015 dovrebbe attuarsi la seconda fase del previsto piano di riforma del Catasto, dopo il primo decreto attuativo che ha costituito le nuove Commissioni Censuarie che dovrebbero occuparsi dell’adeguamento del valore catastale degli immobili.

Già in questi giorni, però, si viene a sapere che ci vorranno tempi molto più lunghi per la riclassificazione e rivalutazione dell’intero patrimonio immobiliare italiano.

Il secondo decreto attuativo, infatti, dovrebbe ridefinire le tipologie di immobili attualmente esistenti prevedendo due maxi-categorie che ricomprendano tutte quelle esistenti: sia gli immobili a destinazione "ordinaria" che quelli a destinazione "speciale" con ben 18 categorie di distinzione.

E qui emergono già i primi problemi, perché ad ogni immobile dovrebbero essere attribuiti nuovi valori in linea con quelli del mercato, ma la crisi dell’edilizia - che ha colpito l'intero territorio nazionale - ha azzerato in molte aree del Paese il relativo mercato immobiliare.

Si è data molta importanza alla novità (più evidente per il cittadino) costituita dai nuovi valori determinati partendo dal valore di mercato per metro quadro - e non più per vani - ma non tutti avevano compreso che la prevista riforma era tanto complessa da richiedere anni e anni di analisi, ricerche, studi, nuovi sistemi di calcolo, nuovi algoritmi statistici, codici correttivi e relative modifiche.

Già si parla, infatti, che le prime fasi attuative della riforma potranno essere avviate, forse, soltanto nel secondo semestre di quest’anno, per colpa di molte Province italiane che non hanno la possibilità di fornire i dati sufficienti, e quindi le prime stime potrebbero essere disponibili soltanto per il 2016-2017.

Saranno mai eliminate le storture verificatesi negli ultimi decenni, quando un appartamento in un centro città godeva di valutazioni catastali (con le conseguenti imposte) inferiori rispetto ad un appartamento nuovo situato in periferia?

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?