In applicazione della prevista Agenda per la Semplificazione (approvata dal Consiglio dei Ministri il primo dicembre scorso), i moduli unici semplificati di CIL (comunicazione di inizio lavori) e CILA (CIL asseverata) per gli interventi di edilizia libera, previsti dal Testo Unico sull'edilizia e dal decreto Sblocca Italia, sono stati approvati giovedì scorso in Conferenza Unificata.

Obiettivo del Governo è quello di ridurre costi e tempi delle procedure edilizie, attraverso azioni quali ad esempio quelle tese ad assicurare l’operatività degli sportelli per l’edilizia e verificare e promuovere l’attuazione delle misure di semplificazione già adottate.

Tra le azioni messe in campo ci sono i Moduli Unici Semplificati. Si tratta di schemi proposti dal Ministero della Semplificazione, con lo scopo di eliminare le numerosi e diversificate versioni dei moduli predisposti dai Comuni.

Il nuovo modulo CILA unifica e razionalizza quelli in uso negli ottomila Comuni Italiani e dà attuazione alle semplificazioni del decreto "Sblocca Italia". Per gli interventi edilizi di manutenzione straordinaria che non riguardano le parti strutturali degli edifici - compresi l'apertura di porte e lo spostamento di pareti interne, gli accorpamenti e i frazionamenti - è sufficiente una semplice comunicazione che può essere compilata in pochi minuti dall'interessato e asseverata da un professionista.

Il modello CIL potrà essere utilizzato per alcuni interventi particolari come ad esempio le opere temporanee, l'installazione di pannelli solari o fotovoltaici e la pavimentazione degli spazi esterni degli edifici.

Questi modelli dovranno essere adottati prossimamente: Le Regioni e i Comuni dovranno adeguarsi entro 60 giorni.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?