La grande centrale geotermica

A Roma, tra la Nomentana e la Salaria, oltre il quartiere Talenti, sorge Rione Rinascimento: un nuovo pezzo di città, autosufficiente e gradevole anche per la presenza di un parco immenso.

Immerse nella campagna romana, queste nuove realizzazioni vogliono offrire ai residenti un'ottima qualità di vita: per dimensioni, qualità architettonica e alta qualità i servizi.
Il risultato è un’area di sviluppo immobiliare di 84 ettari, che ha come protagonisti un grande parco, il terzo di Roma, e cinque complessi abitativi, cui fa parte anche "Rinascimento Terzo":
un progetto di città giardino del Gruppo Pietro Mezzaroma e Figli.

Inquadramento nel territorio

Il nuovo modello abitativo si distingue per l’accuratezza delle finiture, con materiali ed elementi naturali di qualità selezionati con cura, oltre che per i diversi sistemi domotici di ultima generazione scelti per aumentare l’efficienza energetica e ridurre i costi di gestione.

Il rispetto per l’ambiente e il risparmio energetico sono i principi cardine di tutta l’attività costruttiva, portando Rinascimento Terzo ad inserirsi nel programma EcoEdility perché porterà ad un risparmio energetico di circa il 40%, con una quasi totale eliminazione di emissioni nocive per l’ambiente.

Le residenze

E' già in funzione, infatti, la centrale geotermica per uso abitativo più grande d’Europa, che alimenta il complesso del Gruppo Mezzaroma: in totale saranno 20 gli edifici alimentati, con circa 950 appartamenti per un totale di circa 3.000 abitanti.
Sono numeri che non hanno eguali in Italia e in Europa.
L’impiego della geotermia, infatti, fornisce agli appartamenti il riscaldamento e il raffrescamento, attraverso un campo di geoscambio composto da 190 geosonde che raggiungono i 150 metri di profondità senza interferire con la falda acquifera. In questo modo al Rinascimento Terzo si è riusciti a utilizzare, come principale fonte rinnovabile di energia per la climatizzazione, la capacità di accumulo termico del terreno; nel contempo una parte cospicua dell’energia termica viene prodotta senza utilizzare l’energia elettrica.

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?