Dopo anni di crisi la ripresa dell'edilizia è ormai in atto. Già nelle grandi città si registra una inversione di tendenza.

Dall'ultimo Rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca d'Italia è emerso che il mercato immobiliare sta migliorando, anche se lo stock delle case invendute è ancora molto alto.

La ripresa sicuramente potrebbe avvenire nei prossimi mesi, segnalata da diversi indicatori di Bankitalia, che ha ricordato come l'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione prosegue la tendenza al rialzo in atto sin dall'inizio dell'anno.

Il mercato dei mutui alle famiglie, per acquisto di abitazioni, è in forte ripresa, favorito anche dalla riduzione dei prezzi degli ultimi anni.

E secondo un monitoraggio effettuato dall'ufficio studi del gruppo Tecnocasa sulla propria rete di agenzie immobiliari in franchising, la situazione attuale sta favorendo (nelle grandi città non capoluogo) anche la richiesta di tipologie residenziali con tagli di appartamenti più grandi.

Anche l'Osservatorio dell'Agenzia delle Entrate ha reso noto che sono in atto tendenze orientate alla ripresa, evidenziando quattro fattori di crescita:
- la riduzione dei prezzi delle abitazioni che tra il 2011 e il 2014 sono calati del 12%,
- il livello troppo basso raggiunto dalle compravendite, sotto il quale non si può scendere,
- la maggior fiducia delle famiglie,
- l'ulteriore diminuzione dei tassi di interesse.

Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?