Per l'Ance quest'anno 2016 sarà "l'anno migliore per investire nella casa", anche in considerazione che i prezzi delle abitazioni sono al minimo e della ripresa dei mutui alle famiglie.

In base a quanto riportato nel documento “Ance Congiuntura, Febbraio 2016”, l’Associazione nazionale dei costruttori edili prevede che quest'anno si interrompa la crisi in atto dal 2008.
L'Ance, infatti, auspica un aumento dell’1% in termini reali degli investimenti in costruzioni.

L’inversione di tendenza dovrebbe avvenire grazie al prolungamento della crescita del comparto della riqualificazione del patrimonio abitativo, al cambio di segno nelle opere pubbliche, dopo un decennio di forti cali, a una sensibile attenuazione della caduta dei livelli produttivi nella nuova edilizia abitativa e nel non residenziale privato.

Inoltre, le misure contenute nella legge di Stabilità dovrebbero offrire un contributo alla ripresa del settore delle costruzioni specialmente grazie alla conferma della proroga del potenziamento delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, alle agevolazioni fiscali per il leasing immobiliare per la prima casa, all’eliminazione dell’imposizione patrimoniale sulla prima casa, all'introduzione della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B, alla cancellazione del Patto di stabilità interno per i lavori pubblici.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?