“Dobbiamo tornare a puntare su noi stessi e sulle nostre capacità, riscoprendo la fiducia e la speranza per una nuova cittadinanza responsabile. Siamo alla vigilia di iniziative di enorme importanza su cui costruire sinergie: brevetto unico europeo, processi di standardizzazione tecnologica, nuovo programma di sostegno al venture capital su scala europea, modernizzazione degli schemi di procurement pubblico dell’innovazione, mercato unico della conoscenza attraverso European Research Area e Horizon 2020".
Lo ha dichiarato il ministro del’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo al convegno “L’industria delle costruzioni verso Horizon 2020” promosso da Federcostruzioni in partnership con l’Ance e la Piattaforma tecnologica italiana delle Costruzioni.

Edilizia dare slancio all Innovazione“Il mondo delle costruzioni, ed in particolare il “sistema edificio”, rappresenta un tassello fondamentale per Horizon 2020. Le costruzioni entrano praticamente in tutte tre le priorità indicate da Horizon: eccellenza scientifica, leadership industriale, sfide sociali”, ha aggiunto il ministro.
“Le costruzioni entrano poi nel dibattito sul futuro delle città: in questo contesto si inserisce anche tutto quanto si sta sviluppando nel settore della domotica, che consente un miglioramento della qualità della vita, con una gestione più efficiente delle apparecchiature domestiche, una riduzione degli sprechi e dei consumi, e quindi un più intelligente utilizzo delle fonti energetiche e delle risorse ambientali”, ha concluso Profumo.

“Senza innovazione non c'e sviluppo. E ciò è tanto più vero quando si vivono momenti e congiunture come quelle attuali in cui il cambiamento diventa una necessità ma anche un’opportunità per affrontare il futuro”.
Così il presidente di Federcostruzioni Paolo Buzzetti secondo cui “oggi l’edilizia deve sempre di più rispondere alle esigenze di un’adeguata qualità della vita. Logiche – ha proseguito - che, in parte, il mondo delle costruzioni ha già saputo cogliere, avendo compreso quanto l’innovazione di prodotto e di processo rappresenti il vero motore per una evoluzione armoniosa e sostenibile”.
Secondo una stima di Federcostruzioni l’investimento in innovazione da parte del settore  è pari a 10 miliardi di euro rispetto al giro d’affari complessivo di 354 miliardi, ovvero al 3% del totale. Ma la sfida è ancora all’inizio. In termini generali si constata un ritardo significativo dell’Italia rispetto agli altri Paesi europei con un livello di spesa impegnata in ricerca e sviluppo pari all’1,3% del Pil “Federcostruzioni – ha aggiunto il presidente - ha sempre prestato grande attenzione al tema dell'innovazione legandola da un lato all'esigenza di rafforzare la competitività in una prospettiva di sistema e di filiera, dall'altro alla qualità del costruire, ovvero alla capacità di offrire prodotti e condizioni rispetto alla fruizione dei beni e quindi risposte adeguate in termini di confort e di efficienza”.
Federcostruzioni “valorizzando la logica di filiera intende avviare un percorso ambizioso ma concreto: in particolare – ha annunciato Buzzetti - la costituzione di un Tavolo di lavoro con il Ministero della ricerca e tutti i soggetti istituzionali che vogliono ridurre il gap rispetto agli altri Paesi".

“Per cogliere appieno le potenzialità del programma europeo – ha concluso Buzzetti – è necessario avviare una regia ben precisa in grado di ottimizzare le scarse risorse a disposizione, e non mi riferisco solo a quelle finanziarie, e coordinare le attività tipiche delle diverse competenze da coinvolgere”.
A questo Tavolo Federcostruzioni sta pensando di aggiungere anche uno sportello per le imprese al fine di facilitare il flusso di  informazioni. La Federazione ritiene inoltre utile la definizione di linee di politica industriale nel campo dell’innovazione capaci di indirizzare l’ambito di attività delle aziende di mercato più innovativo e di maggiore interesse.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?