Nuovo rialzo della produzione edilizia ad agosto, che cresce dell'1,5% dopo lo 0,3% di luglio.
E' la prima stima di Eurostat, che lo conferma, comunque, in calo su base annua, con -0,3%.

Anche nell'Ue-28 l'indice e' salito dello 0,5%, ed era già cresciuto dello 0,4% il mese precedente, mentre sull'anno perde lo 0,8%.

Su base mensile i cali maggiori sono stati registrati in Gran Bretagna (-3,2%), Germania (-2%), Polonia e Slovenia (-1,8%).
I principali aumenti in Spagna (+2,7%), Romania (+2,5%) e Francia (+2,4%). (ANSA).

Da evidenziare che anche la crescita economica della zona euro, nel primo e nel secondo trimestre di quest'anno, è stata più forte di quanto inizialmente annunciato. Questo però sulla base delle nuove regole statistiche ESA 2010 che Eurostat ha adottato a settembre e che trattano come investimenti anche le spese in ricerca e sviluppo e in armamenti.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?