Il potere d'acquisto delle famiglie è aumentato dell'1,1% e nel primo trimestre del 2016 - ha reso noto l’Istat - il rapporto deficit-Pil scende al 4,7%: si rileva anche come sia il valore più basso dal 2000, quando era al -3%.
Sono dati tendenziali ma comunque significativi dell'andamento economico.

Tra l'altro aumenta il potere d'acquisto delle famiglie. E’ il rialzo maggiore dal 2007, prima quindi dello scoppio della crisi economica. E la pressione fiscale risulta nel primo trimestre pari al 38,9%, in discesa di 0,2 punti percentuali.
Giugno è il quinto mese di deflazione per l'Italia: aumento dello 0,1% su base mensile e una diminuzione su base annua pari a -0,4% (-0,3% a maggio).

Il reddito disponibile delle famiglie è aumentato dello 0,8% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono rimasti invariati. Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie è risultata pari all'8,8%, in aumento di 0,8 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Sono però piccolissime percentuali che non incoraggiano affatto consumatori e imprese.
A giugno 2016, infatti, l'indice del clima di fiducia dei consumatori registra una diminuzione, che segue quella già registrata nei due mesi precedenti, passando a 110,2 da 112,5 di maggio; un peggioramento riguarda anche le imprese: l'indice composito del clima di fiducia (Iesi, Istat economic sentiment indicator), diminuisce infatti a 101,2 da 103,0.

Tutte le componenti del clima di fiducia dei consumatori risultano in diminuzione: il clima personale (a 103,0 da 105,4) e quello economico (a 131,8 da 135,7), così come il clima corrente (a 108,2 da 109,8) e quello futuro (a 112,9 da 117,6).

E non migliora nepure il clima di fiducia delle imprese, che sale nella manifattura (a 102,8 da 102,1) ma scende nei servizi di mercato (a 105,0 da 107,3) e nel commercio al dettaglio (a 99,7 da 101,0).
Nelle costruzioni, poi, si registrano giudizi migliori sugli ordini e/o piani di costruzione (a -30 da -34) ma peggiorano le attese sull'occupazione (a -9 da -7).

Paolo Stenoli

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?