Il decreto legge n. 34/2014 del Governo Renzi (Jobs Act), ha previsto alcune novità anche sulla consistenza materiale del DURC, ma l’individuazione delle relative specifiche tecniche necessarie saranno dettagliate in un successivo decreto attuativo (da emanarsi entro 60 giorni).

Tutti gli interessati potranno verificare la regolarità contributiva (delle imprese tenute ad applicare i contratti nel settore dell’edilizia) con interrogazioni telematiche verso Inps, Inail e Casse edili.
Il Governo prevede che "nell’ambito delle suddette amministrazioni coinvolte l’introduzione di modalità telematiche determinerà una notevole semplificazione delle procedure e degli adempimenti di competenza delle strutture attualmente interessate".

Con questa nuova procedura il DURC sarà direttamente "scaricabile" da Internet, inserendo solo il codice fiscale del soggetto.
Inoltre va ricordato che il decreto ministeriale punterà alla ricognizione delle informazioni già acquisite autonomamente dai vari enti; infatti con la prevista richiesta unica ai tre enti previdenziali si punta finalmente alla condivisione dei dati e alla cooperazione totale dei vari uffici.

Ma la novità più interessante per gli operatori sarà quella di avere la prevista estensione temporale del documento: i DURC avranno una validità di 120 giorni (validità maggiore rispetto alle disposizioni attuali).

Graziella Surico

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?