La normativa tributaria mostra particolare attenzione per le persone con disabilità e per i loro familiari, riservando loro numerose agevolazioni fiscali.

Disponibile la nuova Guida alle agevolazioni fiscali per i disabiliL’aumento delle detrazioni Irpef per i figli a carico,  la detrazione delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza o per l’eliminazione delle barriere architettoniche, l’estensione dell’Iva ridotta al 4% per l’acquisto di veicoli in leasing, le agevolazioni per i non vedenti e per i sordi, quelle sugli acquisti degli ausili tecnici e informatici.

Sono solo alcune delle novità di cui dà conto la "Guida alle agevolazioni fiscali per i disabili", aggiornata con le ultime disposizioni normative - in particolare, la legge di stabilità per il 2013 - e con i più recenti documenti di prassi amministrativa.

La pubblicazione dedica ampio spazio agli aiuti fiscali associati ai mezzi di locomozione utilizzati, in via esclusiva o prevalente, dal portatore di handicap (autovetture, motoveicoli, motocarrozzette e altri veicoli).

In questo settore, la principale novità è rappresentata – come anticipato - dalla possibilità per la persona disabile di usufruire dell’aliquota Iva agevolata anche quando l’acquisto del veicolo avviene attraverso un contratto di leasing. (risoluzione 66/E del 20 giugno 2012) .

La presente guida illustra il quadro aggiornato delle varie situazioni in cui sono riconosciuti benefici fiscali in favore dei contribuenti portatori di disabilità, indicando con chiarezza le persone che ne hanno diritto.

Eliminazione delle barriere architettoniche

La Guida, in particolare, spiega le regole e le modalità da seguire per richiedere le detrazioni per le spese di eliminazione delle barriere architettoniche

E' possibile fruire della detrazione Irpef del 36% sulle spese di ristrutturazione edilizia (50% per quelle effettuate nel periodo 26 giugno 2012 – 30 giugno 2013).

Rientrano tra queste spese quelle sostenute per l’eliminazione delle barriere architettoniche, riguardanti, ad esempio, ascensori e montacarichi, elevatori esterni all’abitazione e le spese effettuate per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave (articolo 3, comma 3, L. 104/1992).

La detrazione per l’eliminazione delle barriere architettoniche non può essere fruita contemporaneamente alla detrazione del 19% a titolo di spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabile. La detrazione del 19%, pertanto, spetta soltanto sulla eventuale parte di spesa eccedente la quota già agevolata con la detrazione del 36% (o del 50%).

Per le prestazioni di servizi relative all’appalto di questi lavori, è inoltre applicabile l’aliquota Iva agevolata del 4%, anziché quella ordinaria del 21%.

I provvedimenti sopra elencati sono consultabili sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate:  www.agenziaentrate.gov.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?