La legislazione vigente ha previsto che gli esecutori di un’opera siano obbligati a stipulare alcune polizze assicurative. Il Direttore dei Lavori, quindi, nella sua qualità di gestore della contabilità del cantiere, deve essere in grado di valutare l’esistenza, l’adeguatezza e la correttezza delle polizze stesse, specialmente in caso di lavori pubblici.

Le polizze assicurative delle imprese edili (chiamate a stipulare polizze assicurative a copertura o fidejussione dei loro impegni assunti in qualità di esecutori di opere) sono:
- fidejussione provvisoria;
- fidejussione definitiva;
- fidejussione per svincolo ritenute di garanzia sugli Stati Avanzamento Lavori;
- Responsabilità Civile verso Terzi e verso Prestatori d’Opera.

A queste vanno aggiunte le polizze previste dalla Legge n. 210/2004 e dalla legge n.122/2005 :
- Fidejussione a garanzia dell’anticipazione degli acconti versati dall’acquirente all’impresa esecutrice per l’acquisto dell’immobile ancora da costruire;
- Polizza postuma decennale, per tutelare sia il costruttore da eventuali danni materiali che l’immobile potrebbe subire, e sia l’acquirente per la somma pagata per l’acquisto della costruzione.

Al fine, quindi, di aiutare i direttori dei lavori nelle loro valutazioni in merito alle polizze sottoscritte dalle imprese con cui lavora, l'Associazione dei geometri fiscalisti (Agefis) ha pubblicato la guida "Le polizze assicurative obbligatorie per l'esecutore dell'opera - cenni utili per il direttore dei lavori", nella quale sono evidenziate le caratteristiche principali delle stesse.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?