Giunta a conclusione la terza edizione del Concorso Internazionale per Interior Designers “Progetta un Sorriso”. L'AIPi (associazione italiana progettisti d'interni) ha selezionato i progetti da premiare: tre progetti firmati da professionisti e tre da studenti.

Design Ospedale Progetta un SorrisoIl tema di questo Concorso interveniva sulla progettazione dello spazio interno del 7° piano dell’ Azienda Opedialiera Universitaria di Modena dove è sito il dipartimento Materno Infantile del Policlinico con i reparti di Pediatria generale, Chirurgia Pediatrica, Day Hospital e Onco-ematologia Pediatrica.

L’obiettivo generale era quello di prevedere progetti idonei a rendere migliore, attraverso lo studio di spazi umanizzati, la qualità della degenza dei bambini in ospedale.
In sintesi lo studio di un reparto a “misura di Bambino” in grado di migliorare la qualità delle degenze ospedaliere e degli interventi diagnostici e terapeutici e di aiutare ad essere più rispettosi delle esigenze affettive, cognitive ed espressive del bambino, in considerazione delle sue diverse fasi di sviluppo.

Primo classificato della categoria professionisti il progetto di Giulio Carra, Irene De Landerset, Marina Disavino e Monica Lena, così definito: “un progetto che affronta il tema dell’ospedalizzazione infantile senza cadere in stereotipi e definendo una tipologia degli spazi che diventa elemento ludico di per sé, tramite accorgimenti morfologici, cromatici e volumetrici. La camera, rompendo gli schemi predefiniti, non è più semplice contenitore ma elemento fondamentale del linguaggio compositivo che contribuisce alla definizione degli altri ambienti distributivi e funzionali con cui interagisce attivamente.”

Tra gli studenti invece, si è classificato al primo posto il gruppo composto da Fiorenzo Boschet, Jessica Coccimiglio e Omar Marchesan con un progetto “che distingue nettamente il trattamento formale degli spazi “tecnici” di degenza rispetto agli ambienti dello svago infantile; su questi ultimi si sviluppa la ricerca figurativa più intensa, con i risultati spesso onirici, che rimandano alle esperienze sensoriali del mondo delle fiabe.”

La premiazione avrà luogo a Milano nella prima decade di ottobre.

Arch. Lorenzo Margiotta
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?